Pubblico Impiego
Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: rilevazione del mansionismo Stampa E-mail
mercoledì 06 agosto 2008
ImageDopo la doccia fredda della Funzione Pubblica, che blocca il Contratto Integrativo del nostro Ministero, arriva un'altra batosta per gli ex terzi livelli: la tabella “A” allegata allo “Schema di regolamento recante l’organizzazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”. Se i dati contenuti nella tabella “A”, una semplice “fotografia” dell’organico dei due Ministeri, verranno confermati, attraverso l’approvazione

dello schema di regolamento, avremo la certezza che la dirigenza della nostra Amministrazione si è arresa, ha deciso di ignorare il problema del mansionismo, ha deciso di ignorare il generoso contributo offerto quotidianamente dai colleghi dell’ex terzo livello per far funzionare al meglio gli uffici periferici per un miglior servizio all’utenza. Nei prossimi giorni, con molta probabilità nei primi giorni di settembre, dovrebbe svolgersi una nuova contrattazione (concertazione?), tra Amministrazione e Organizzazioni Sindacali, per l’utilizzo del fondo unico 2007. Vale la pena segnalare il diverso trattamento offerto dalla Funzione Pubblica: resta muta, quando si tratta di nominare nuovi dirigenti (senza concorso e con fondi nuovi ed esterni) per diventare rigorosa ed inflessibile per i passaggi di area dei lavoratori di terzo livello, passaggi da effettuarsi utilizzando fondi interni (una cifra irrisoria del FUA).

In pratica l’art. 97 della costituzione (obbligo del concorso pubblico per l’accesso all’impiego nella P.A.) ed altre restrizioni, si applicano ai più deboli e vengono ignorate per i più forti. La legge è uguale per tutti??? In attesa che la classe dirigente del nostro Ministero spieghi per bene, a chi di dovere, le condizioni in cui sono costretti ad operare gli uffici periferici e che le Organizzazioni Sindacali si diano da fare per tutelare i lavoratori più deboli. Non abbiamo davanti molte alternative: stare a guardare e subire passivamente tutto ciò (facile immaginare solo un 5 % di passaggi d’area) o almeno far sentire la nostra voce per far comprendere ad Amministrazione e Sindacati (speriamo solidali) che non saremo spettatori passivi.

Nessun passaggio di area?  Nessuna mansione superiore da continuare a svolgere gratuitamente!  Ricorsi legali contro l’amministrazione per ottenere il pagamento delle mansioni svolte!  Via dai sindacati che hanno svenduto i diritti dei lavoratori esclusivamente per acquisire potere!

Se è questo che vuole l’amministrazione, cominciamo a raccogliere un pò di dati.

SCHEDA DI RILEVAZIONE DEL MANSIONISMO DI TERZO LIVELLO

Uffico: …………………………………………………

Città: ………..…………………………

Numero totale dipendenti: ………………

Numero dipendenti di ex terza qualifica: …..……………

Mansioni svolte (in prevalenza) dai dipendenti dell’ex terza qualifica: …………………………… …………………………………………………………..…………… ……………………………………………..…………… ……………………………………………..……………………………………………

di seguito riportiamo gli esempi più comuni di mansionismo per un lavoratore di terzo livello:

gestione archivio, servizio di sportello, protocollo manuale o informatizzato, digitazione su terminali o su personal computer, servizio di custodia e portierato…………..

Precisiamo che l’unico tipo di sportello consentito è quello che serve per indicare all’utenza l’ubicazione degli sportelli e/o per la semplice consegna di stampati (senza ulteriori informazioni).

La presente scheda può essere inviata via mail a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo per inviarla via fax occorre chiamare preventivamente il 06 - 41586454

Roma, 05/08/2008

SdL intercategoriale-  Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

scarica la scheda in formato PDF 

 
< Prec.   Pros. >
Advertisement

hit counter