Pubblico Impiego
COMUNE DI BRESCIA, ACCORDO DECENTRATO: L’ESECUTIVO DELLA RSU STA BARANDO Stampa E-mail
venerdì 08 maggio 2009

Image Che le bugie abbiano le gambe corte non sempre è vero ma, mai come in questo caso, il proverbio sembra trovare conferma. Per settimane l’esecutivo della RSU del comune di Brescia ha sostenuto di aver ottenuto nelle trattative con l’amministrazione comunale quanto aveva già abbandonato con la firma dell’ipotesi di accordo decentrato apposta a febbraio: la reintroduzione dell’incidenza dell’anzianità nella valutazione complessiva dei dipendenti (le cosiddette pagelline). Questo era stato infatti il mandato delle 3 assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori dell’ente tenute i primi giorni di marzo .

ABOLITA TOTALMENTE L’ANZIANITÀ DALLE VALUTAZIONI (PAGELLINE) Restando in tema di proverbi è il caso di dire che “Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi”. Questi i fatti: La delegazione trattante di parte sindacale doveva presentare all’amministrazione le modifiche all’ipotesi di contratto decentrato (sottoscritta il 20 di febbraio) approvate a maggioranza dai lavoratori nelle assemblee del 3, 5 e 6 marzo. La Giunta ha autorizzato la propria delegazione trattante a sottoscrivere la versione finale del contratto il 30 di marzo e l’indomani l’esecutivo della RSU ha comunicato via mail gli esiti di questa seconda fase della trattativa con queste esatte parole:

 ---------------------------------------

“L’accordo firmato ha recepito le mozioni emerse nelle assemblee sindacali che si sono tenute il 3,4 e 6 marzo scorso ed in particolare, sono state introdotte le seguenti modifiche: è stata inserita, nella scheda di valutazione, una voce che terrà conto dell’esperienza/anzianità di servizio, con valori di peso diversificati tra le varie categorie; è stata ridefinita al 95% la soglia di presenza nella fascia più alta; è stata abbassata al 20% la soglia di presenza minima per poter accedere alla valutazione ed alla conseguente erogazione della produttività;” Il testo che accompagnava la mail con cui il comunicato è stato diffuso diceva: “Nei prossimi giorni sul sito del Settore Personale verrà pubblicato il testo dell’accordo.”

---------------------------------------

Abbiamo atteso pazientemente che il testo venisse pubblicato (pur considerando alquanto singolare oltre che inedita la decisione di affidare al sito dell’amministrazione il compito di informare i dipendenti – molti dei quali nemmeno in condizioni di accedervi – dei contenuti di un accordo sindacale). Quando il testo è stato finalmente pubblicato e abbiamo avuto modo di confrontarlo con quello portato in votazione nelle assemblee, abbiamo sperato che ci fosse un errore di stampa. Ora sappiamo che così non è così e che il comunicato dell’esecutivo della RSU dichiara il falso. L’anzianità di servizio non è stata in alcun modo reintrodotta con valori di peso diversificati tra le varie categorie come indicato nello stralcio dal comunicato sopra citato. L’incidenza dell’anzianità è’ stata TOTALMENTE ABOLITA. Solo nel caso di parità di punteggio, viene data la precedenza nello scorrimento orizzontale al dipendente con più anzianità. Il fatto, già grave in sé per le conseguenze che produrrà nelle valutazioni che a breve verranno avviate, è reso ancora più indigeribile perché sottoscritto dall’esecutivo della RSU in nome e per conto dei lavoratori dell’ente che, proprio su quel punto, avevano dato un mandato diverso ed inequivocabile nelle 3 assemblee tenute in marzo. L’eventuale indisponibilità dell’Amministrazione ad accogliere qualsiasi modifica nel senso indicato dai lavoratori avrebbe dovuto portare la delegazione trattante della RSU a rimettere ogni decisione al riguardo nelle mani degli unici titolati a prenderla: i dipendenti dell’ente. E invece l’esecutivo ha scelto di ingannare per settimane i lavoratori e gli altri delegati della RSU spacciando per acquisito un risultato che acquisito non era! In allegato il volantino in distribuzione nell’ente

SdL itercategoriale - Comune di Brescia

leggi il comunicato

 
Pros. >
Advertisement

hit counter