Pubblico Impiego
Sciopero regionale della sanità indetto da SdL intercategoriale, RdB-Cub e Cobas in Abruzzo Stampa E-mail
venerd́ 06 marzo 2009

Image  COMUNICATO STAMPA: I precari della sanità abruzzese sono una risorsa...non sprecano!

Si alternano le giunte regionali ma il dramma delle centinaia di precari delle strutture sanitarie pubbliche abruzzesi non sembra volgere al termine. I precari non sono responsabili della malasanità regionale, che purtroppo ha radici e complicità antiche, di cui si sta occupando la magistratura,hanno invece il merito di aver contribuito a garantire a tutti i cittadini abruzzesi il diritto alla salute come sancito dalla nostra Costituzione.

Negli ultimi anni numerosi servizi sia sanitari che amministrativi sono rimasti funzionanti all'interno degli Ospedali della nostra regione grazie al loro impegno e alla loro dedizione. In molte regioni italiane la loro stabilizzazione come nella vicina Puglia è avvenuta grazie alla volontà politica delle amministrazioni di preservare un servizio sanitario accessibile a tutti. L'investimento migliore che la Regione può fare per garantire agli abruzzesi una sanità pubblica efficiente in futuro è la conferma a tempo indeterminato dei precari eliminando il finanziamento delle cliniche private. Il Coordinamento del SdL intercategoriale promuove ed invita a partecipare allo sciopero regionale indetto insieme alla RdB-Cub ed alla Confederazione Cobas il prossimo 9 marzo con manifestazione e corteo a Pescara alle ore 10 dinanzi alla direzione generale della Asl in via R.Paolini,47.

SdL intercategoriale

Coordinamento provinciale di Chieti

 
< Prec.   Pros. >
Advertisement

hit counter