Pubblico Impiego arrow Dal Comparto arrow Comunicati arrow non firmare e' necessario! Ma la piattaforma qual'Ŕ
non firmare e' necessario! Ma la piattaforma qual'Ŕ Stampa E-mail
venerdý 24 ottobre 2008

Image comunicato stampa

Contratti del Pubblico Impiego

 

Dichiarazione di Fabrizio Tomaselli - Coordinatore Nazionale SdL intercategoriale

Il protocollo Brunetta, prontamente sottoscritto da Cisl, Uil e Ugl, prevede 8 euro mensili per il 2008 e 60 euro lordi (più eventuali 10 euro di salario accessorio) per il 2009, cioè esattamente quanto annunciato oltre un mese fa dallo stesso ministro.

Un'elemosina che suona come uno schiaffo da parte del governo che trova i soldi prima per le banche e poi per le imprese ma afferma che non ci sono risorse per i lavoratori pubblici.

Giustamente la Cgil non firma, giudicando insufficienti gli stanziamenti, ma ambiguamente continua la trattativa rendendosi disponibile a discutere la riduzione della copertura del contratto nazionale e le sue nuove regole, oltre a sancire il già previsto allungamento della vigenza contrattuale. La stessa logica riproposta da governo e Confindustria per i lavoratori privati. Ma con quali proposte, con quali richieste la Cgil andrà al tavolo? Forse che 10 euro in più sarebbero sufficienti a colmare la perdita del potere d'acquisto degli stipendi accumulata in questi anni? Non è in quella sede che andrebbe messo in discussione quanto il governo ha unilateralmente deciso per decreto su materie strettamente contrattuali (dalla malattia alla stabilizzazione dei precari, ...)?

A Brunetta dobbiamo dire che i contratti non li detta lui! Ai sindacati che siedono al tavolo bisogna ricordare che sono i lavoratori che devono decidere sui contratti che li riguardano. Lavoratori e studenti in questi giorni stanno chiaramente affermando che non vogliono pagare una crisi di cui non sono responsabili.

Dopo la forte adesione allo sciopero del 17 ottobre, promosso da SdL intercategoriale, Cub e Confederazione Cobas, è indispensabile ampliare la mobilitazione per costringere governo e Confindustria a cambiare rotta: servono aumenti di salari e pensioni, fine del precariato e difesa dei servizi pubblici a partire dalla scuola.

Roma, 24 Ottobre 2008

 
< Prec.   Pros. >
Advertisement
archivio storico
banner tam tam

Annunci

Firmato (in ritardo) il rinnovo del contratto per gli Enti Locali. Gli aumenti vanno da 5,72 a 10 euro ....
 

hit counter