Rozzano/SMA : presidio dei lavoratori delle coopertive
mercoledý 08 aprile 2009

Comunicato Stampa

I 110 di Segrate in presidio alla Sma di Rozzano.

Per il terzo giorno consecutivo oggi i lavoratori delle cooperative che facevano capo al Consorzio Imprese Ytaka sono in presidio davanti alla sede della SMA a Rozzano (strada 8, palazzo N8).

Dopo che la SMA ha revocato l’appalto alle cooperative che gestivano lo scarico e carico delle merci nei suoi magazzini di Segrate i 110 operai - quasi tutti immigrati - si sono trovati improvvisamente senza lavoro e anche senza lo stipendio degli ultimi due mesi (dato che la magistratura ha messo sotto sequestro i beni del Consorzio Imprese Ytaka i cui responsabili sono stati arrestati nel corso di un’operazione contro la ‘ndrangheta).

Una situazione drammatica che ha portato i lavoratori - lasciati letteralmente per strada senza alcuna comunicazione sul proprio rapporto di lavoro - a presidiare per giorni e giorni i magazzini del Centro del Rondò di Segrate e a manifestare sotto la sede SMA - committente del lavoro di facchinaggio dato in appalto - per reclamare il lavoro per tutti e le loro spettanze dei mesi lavorati e non pagati, come la legge prevede.

Finalmente ieri, in un incontro informale con i rappresentanti sindacali, i funzionari della SMA hanno preso atto delle richieste dei lavoratori ma - data l’informalità dell’incontro - non hanno fornito alcuna disponibilità ad affrontare la situazione. Infatti, senza che sia intervenuto un calo dei volumi di movimentazione delle merci, la cooperativa subentrante - a cui la SMA ha affidato l’appalto - ha preso al lavoro solo 50 dei 110 lavoratori precedentemente occupati, ma senza seguire le normali regole e procedure.

E chi pagherà i due mesi di lavoro che le vecchie cooperative non hanno retribuito? I lavoratori non devono pagare per le colpe dei padroni! Chiediamo che tutti i lavoratori vengano assorbiti dalla nuova cooperativa rispettando il contratto di lavoro e che vengano retribuiti i mesi arretrati.

SdL Intercategoriale - Milano

Milano, 8 aprile 2009