Home arrow Comunicati Stampa arrow La banalità delle ordinanze ministeriali contro gli scioperi
La banalità delle ordinanze ministeriali contro gli scioperi PDF Stampa E-mail
venerd́ 30 aprile 2010

Image 3 MAGGIO 2010 - PER L'ENNESIMA VOLTA VIETATO DAL MINISTRO MATTEOLI LO SCIOPERO DEL TRASPORTO AEREO

Segue un comunicato stampa di degli Assistentidi di Volo di SdL intercategoriale - In questo paese è ormai dato per scontato che il Ministro Matteoli intervenga a bloccare e differire scioperi legittimamente indetti e non contestati dalla Commissione di Garanzia, reprimendo un diritto garantito dalla Costituzione.

E’ chiaro che il Ministro, più che la tutela del diritto alla mobilità dei cittadini costituzionalmente garantito, ne più ne meno di quello di sciopero, sembra voler tutelare altri interessi.

Infatti, non sembra voler sottolineare con la stessa solerzia i problemi di mancato rispetto delle assunzioni, degli atti unilaterali e delle mille gravi ingiustizie e forzature che caratterizzano la vita dei naviganti che lavorano in Alitalia/Cai.

L’obiettivo sembra essere il non voler disturbare il manovratore a tutti i costi, nonostante che zoppichi vistosamente dal punto di vista industriale e porti bilanci in rosso non appena vengono a cessare le centinaia di milioni di benefici fiscali di cui ha goduto per 18 mesi.

Abituarsi alla “banalità” delle ordinanze contro gli scioperi, che ormai si appellano a tutto le scuse, anche le meno plausibili, è un grave sintomo di deriva verso un regime repressivo contro il lavoro e le sue rappresentanze, quelle vere. SdL non ha nessuna intenzione di abituarsi a tutto questo: riproclamerà gli scioperi nella prima data utile e ricorrerà presso le sedi competenti per vedere riconosciute le responsabilità del Ministro.

Assistenti di Volo Alitalia SdL intercategoriale

30 aprile 2010

 
< Prec.   Pros. >

page counter