Home arrow Comunicati Stampa arrow Disegno di legge sulla “distruzione” del diritto del lavoro
Disegno di legge sulla “distruzione” del diritto del lavoro PDF Stampa E-mail
mercoledì 03 febbraio 2010

 

Mentre la “politica” è impegnata in discussioni e diatribe senza fine sul tema “giustizia”, nel silenzio più assoluto sta passando in parlamento una legge che ridisegna, o meglio distrugge, l'attuale diritto del lavoro.

Un insieme di provvedimenti e norme che riducono le competenze del giudice del lavoro, forti limiti all'azione dell'avvocato del lavoro, sostituzione del procedimento del lavoro con l'arbitrato attraverso norme contrattuali specifiche.

Questo provvedimento legislativo, già approvato alla camera, passa ora al Senato per l'approvazione definitiva.

Il disegno complessivo di questo governo nell'ambito del lavoro è chiaro: colpire il sindacato attraverso norme sempre più restrittive e ridurlo a semplice “notaio” delle decisioni prese dalle aziende e dal governo.

Un obiettivo facilitato sicuramente da Cisl, Uil, Ugl che, attraverso l'accordo separato sulla contrattazione, hanno di fatto accettato un ruolo di “collaborazione” con Governo e Confindustria.

Dichiarazione di Fabrizio Tomaselli Coordinatore Nazionale SdL Intercategoriale

Roma, 3 febbraio 2010 SdL

 
< Prec.   Pros. >

page counter