Home arrow Comunicati Stampa arrow Difendiamo beni comuni e servizi pubblici contro chi vuole privatizzare la vita
Difendiamo beni comuni e servizi pubblici contro chi vuole privatizzare la vita PDF Stampa E-mail
venerdì 20 novembre 2009

 L’approvazione in Parlamento del decreto legge 135 e segnatamente dell’art. 15 è un fatto gravissimo.

Con questo provvedimento viene privatizzato un bene fondamentale come l’acqua e si dà il via alla privatizzazione di servizi pubblici essenziali quali il trasporto pubblico e i rifiuti.

Come hanno dimostrato i processi di privatizzazione avvenuti negli anni passati in Italia (Telecom, Ferrovie, Alitalia, etc), questo non ha significato servizi migliori e tariffe più basse per i cittadini ma esattamente il contrario.

Per i lavoratori le privatizzazioni significano più precarietà, salari più bassi, meno sicurezza sul lavoro.

Con queste nuove privatizzazioni si impoverisce il patrimonio pubblico e si fa un regalo alle multinazionali delle acque minerali e alle “mafie” che spesso si inseriscono nel ciclo dei rifiuti.

SdL Intercategoriale fa appello alle forze sindacali di base, ai movimenti e alle forze politiche e sociali per costruire insieme una battaglia in difesa dei beni comuni e dei servizi pubblici.

Dichiarazione di Fabrizio Tomaselli Coordinatore Nazionale SdL Intercategoriale

Roma, 20 novembre 2009

 
< Prec.   Pros. >

page counter