Home arrow rassegna stampa arrow MANULI: RSU E LAVORATORI ASCOLI, SENZA CONSULTAZIONE NO INTESA
MANULI: RSU E LAVORATORI ASCOLI, SENZA CONSULTAZIONE NO INTESA PDF Stampa E-mail
marted́ 27 ottobre 2009

 (AGI) - Ascoli Piceno 26 ott.-

 'Noi non firmeremo nessun accordo con la Manuli, se prima non saremo stati consultati.' Lo ha detto oggi Mirko Morganti, RSU della UGL nella fabbrica di tubi in gomma presente ad Ascoli, nel corso della conferenza stampa pomeridiana organizzata davanti ai cancelli del sito produttivo, dal 'Coordinamento dei Lavoratori del Piceno', nuovo organismo a cui aderisco rappresentanti di diversi sindacati, movimenti e singoli lavoratori. 'Le notizie che giungono da Roma e dal Ministero dello Sviluppo economico sono ambigue e non confortanti - ha affermato Morganti, alla presenza anche di un nutrito gruppo di operai in presidio da quasi tre mesi - e sembrano spingere per un intesa entro domani, martedi' 27, data di scadenza della procedura. Tutto cio' fa supporre che le altri parti coinvolte nella vertenza vogliano acconsentire alla proposta dell'azienda, e cioe' di ricollocare solo 128 dipendenti su 376. Noi questo non lo possiamo accettare - ha aggiunto il sindacalista - e certo non firmeremo, anche' perche' come la RSU non e' presente all'incontro con le segretarie nazionali dei sindacati. ' Ed ha aggiunto Andrea Quaglietti, delegato SDL : 'Senza l'assenso della RSU di fabbrica nessun accordo e' valido.' Nel corso della conferenza poi, Gianluca Gaspari, e altri componenti del Coordinamento dei Lavoratori del Piceno, hanno annunciato di aver promosso per sabato prossimo, 31 ottobre un altro grande corteo di protesta che si snodera' per le vie di Ascoli, e avanzato anche una richiesta precisa alla Manuli, al Ministero e alle istituzioni : 'La trattativa deve essere spostata da Roma ad Ascoli, presso la Prefettura.'

 
< Prec.   Pros. >

page counter