Home
MILANO: LAVORATORI MANULI DI ASCOLI INCATENATI IN PIAZZA REPUBBLICA PDF Stampa E-mail
venerd́ 16 ottobre 2009

 Da libero-news.it

Milano, 16 ott. (Adnkronos) - Incatenati davanti alla sede dell'azienda che minaccia di lasciarli a casa. Una cinquantina di lavoratori dello stabilimento di Ascoli Piceno della multinazionale Manuli sta protestando da questa mattina alle 8 davanti ai cancelli della direzione amministrativa e legale della Manuli a Milano, in piazza della Repubblica 16. La delegazione di lavoratori ha viaggiato tutta la notte in autobus pur di arrivare nel capoluogo lombardo all'apertura degli uffici, nella speranza di incontrare il presidente del Gruppo, Dardanio Manuli. L'ira dei lavoratori e' scoppiata dopo che la scorsa settimana, durante l'ultimo incontro al ministero dello Sviluppo economico a Roma, "non solo - spiegano i lavoratori - non e' stato presentato il piano industriale di rilancio annunciato, ma i vertici del gruppo hanno proposto un programma di smantellamento dello stabilimento di Ascoli Piceno che prevede, per ora, il mantenimento di soli 100 dipendenti su 400 totali". L'incontro, riferisce Andrea Quaglietti di Sdl, "e' stato negato". Da qui la decisione di alcuni dei lavoratori presenti di incatenarsi. Il presidio, annunciano, "durera' a oltranza, finche' non saremo ricevuti dai vertici della Manuli". I dipendenti dell'azienda che produce tubi di gomma hanno ricevuto la solidarieta' di altri lavoratori milanesi che li hanno raggiunti in piazza Repubblica per sostenere la loro protesta. "Chiediamo spiegazioni sulla decisione di dismettere la fabbrica marchigiana dopo 40 anni di guadagni. Si tratta di un'attivita' produttiva del settore chimico che ha ancfora una prospettiva di mercato".

 
< Prec.   Pros. >
page counter