Home arrow Comunicati Stampa arrow Accordo metalmeccanici: bene proteste spontanee ma è necessario lo sciopero generale del 23 ottobre
Accordo metalmeccanici: bene proteste spontanee ma è necessario lo sciopero generale del 23 ottobre PDF Stampa E-mail
giovedì 15 ottobre 2009

Image   La firma del contratto dei lavoratori metalmeccanici da parte delle organizzazioni di categoria di Cisl e Uil, rappresenta la logica conseguenza dell'accordo generale che ha visto queste due sigle sindacali, la Confindustria ed il Governo, modificare strutturalemnete i meccanismi della contrattazione, passando rapidamente dalla cosiddetta concertazione ad una vera e propria “collaborazione”.

L'attacco al contratto nazionale, alla rappresentanza sindacale ed al diritto di sciopero, mettono in serio dubbio i pur limitati fondamenti democratici che dovrebbero essere alla base del raporto tra sindacato e lavoratori.

A questo punto è evidente che non è sufficiente una protesta di una singola categoria: è invece indispensabile uno sciopero generale che rappresenti un segnale forte e determinato nei confronti del Governo, della Confindustria e di quei sindacati che hanno abbracciato la “filosofia della collaborazione”.

Il 23 Ottobre il sindacato di base ha indetto lo SCIOPERO GENERALE di tutti i lavoratori pubblici e privati. Invitiamo tutti i lavoratori ad utilizzare questo importante strumento e le organizzazioni sindacali che si ritengono ancora tali, compresa la Cgil, ad aderire allo sciopero.

Dichiarazione di Fabrizio Tomaselli Coordinatore nazionale SdL intercategoriale

Roma, 15 Ottobre 2009

 
< Prec.   Pros. >

page counter