Home
SEVEL S.p.A. Stabilimento di Chieti: venerdý 9 ottobre Ŕ sciopero PDF Stampa E-mail
martedý 06 ottobre 2009

 Il c.c.n.l. e' dei lavoratori

Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro,storica conquista del movimento operaio di fine anni '60,è costituito da un insieme di regole normative ed economiche che garantiscono il rapporto di lavoro tra dipendenti e padroni. Negli ultimi anni, grazie alle politiche concertative ed alle regalie concesse alle organizzazioni sindacali confederali, lor signori hanno goduto di tale complicità declassando il valore ed il potere di tale strumento.

Con gli accordi del '93 la connivenza tra sindacati confederali,confindustria e governi non ha permesso che venissero erogati il recupero e gli aumenti economici dovuti ai lavoratori italiani con i rinnovi periodici , in nome del contenimento dell'inflazione e con il miraggio della piena occupazione. Tali obiettivi, peraltro mai raggiunti, hanno creato profitti per lor signori e salari da fame per i lavoratori. Non ancora sazi vorrebbero oggi la revisione,ovviamente in peggio, della parte normativa,con l'introduzione di nuovi indici e orari e la delega per la modifica di eventuali commi del Contratto nazionale alle rsu aziendali. Cisl e Uil con l'accordo di gennaio '09 hanno reso palese la loro disponibilità alla modifica delle regole e Federmeccanica li ha ringraziati per la disdetta del C.C.N.L. dei metalmeccanici firmato nel gennaio 2008,valevole per il triennio, episodio mai avvenuto nel nostro Paese. Con un referendum farsa degli iscritti,che non rappresentano la maggioranza del 1.700.000 metalmeccanici italiani, i soloni di FIM E UILM si arrogano il diritto “DEMOCRATICO” di cambiare le regole delegittimando il valore e l'efficacia del Contratto. In democrazia il popolo ci risulta essere sovrano non gli iscritti di questo o quel partito. Forse ai burocrati sindacali questo particolare deve essere sfuggito o non interessa molto dal momento che al lavoro vanno di rado. L'indifferenza premia il loro servilismo, torniamo ad essere consapevoli protagonisti difendendo il valore e l'efficacia indiscussa del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro.

SdL intercategoriale proclama 8 ore di sciopero

VENERDÌ 9 OTTOBRE su tutti i turni.

 
< Prec.   Pros. >
page counter