Home arrow Comunicati Stampa arrow Situazione Atitech di Napoli
Situazione Atitech di Napoli PDF Stampa E-mail
martedì 15 settembre 2009

   E’ in atto una pesante e grave discriminazione ai danni della nostra Organizzazione Sindacale nell’ambito della vertenza Atitech.

Il Dott. Lettieri a nome della new-co che dovrebbe rilevare Atitech, Cai e Cgil, Cisl, Uil e Ugl, alla presenza del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta, continuano la discussione sul piano industriale Atitech, tenendo fuori la Struttura SdL Intercatergoriale Trasporto Aereo, che in Atitech è fortemente rappresentativa.

Ad essere tenuti fuori da qualsiasi partecipazione alle decisioni che si stanno formulando, sono gli stessi lavoratori, in quanto le OO/SS Confederali e l’Ugl nazionali, non si sono degnate neanche di proclamare un’assemblea per informarli di quanto si sta discutendo, nonostante in gioco ci sia il futuro di centinaia di famiglie.

SdL Intercategoriale diffida formalmente la Società interessata all’acquisto dell’unità produttiva napoletana a mettere in campo qualsiasi intervento inerente le posizioni del personale Atitech e dell’indotto, sia esso lavorativo, normativo e salariale, che non sia stato oggetto di confronto con tutti i soggetti che rappresentano dette lavoratrici e lavoratori.

SdL Intercategoriale di fronte a tale simile inaccettabile discriminazione, oltre ad intraprendere le dovute iniziative per dare la parola e il diritto di decidere ai lavoratori, darà mandato ai propri legali per impedire l’ennesima grave ed inaccettabile azione discriminante nei confronti di parte del Sindacato.

Roma 15 settembre 2009

Dichiarazione di Fabrizio Tomaselli Coordinatore Nazionale SdL Intercategoriale

 
< Prec.   Pros. >

page counter