Home arrow Comunicati Stampa arrow Continua l’epopea del Ministro Matteoli
Continua l’epopea del Ministro Matteoli PDF Stampa E-mail
mercoledì 24 giugno 2009

 25 novembre 2008 ... 12 dicembre 2008 ...  4 marzo 2009 ...  4 maggio 2009 ... 15 giugno 2009 ... 26 giugno 2009 ...?

Questi sono gli scioperi indetti da SdL intercategoriale nel pieno rispetto della normativa vigente nel settore del trasporto aereo che hanno subito la precettazione ingiustificata da parte del Ministro Matteoli. Nella giornata di ieri, abbiamo ricevuto l’ennesima ordinanza di differimento da parte del Ministero per quello del 26 giugno prossimo.

Questa situazione è di fatto una battaglia del Ministro, evidentemente convinto di essere al di sopra della Costituzione e del Parlamento di questo Paese, contro il diritto di sciopero, probabilmente per impedire ogni forma di opposizione ai nuovi equilibri determinati dalla nascita della società CAI in questo settore.

Non riteniamo ci sia più bisogno di commentare questi atti ministeriali che si pongono ben aldilà delle prerogative concesse al Governo dalla regolamentazione degli scioperi, se non il fatto che Matteoli si rifiuta a priori di verificare le motivazioni che sono alla base degli scioperi.

Infatti, il Ministro appare completamente disinteressato alla discriminazioni, alle sopraffazioni, alle negazioni dei diritti elementari e ai disservizi che Lavoratori Assunti, Cassaintegrati e Precari, insieme ai passeggeri, subiscono quotidianamente da parte di CAI e delle altre aziende del settore. Tra l'altro la decisione di vietare lo sciopero contro Cai/Alitalia, potrebbe configurarsi anche come una distorsione della concorrenza.

Al tempo stesso si sta producendo un clima di forte e progressiva tensione tra i lavoratori che si sentono frustrati dall'impossibilità di poter reagire e fornire una qualsiasi risposta che tenda al miglioramento della propria condizione di lavoro. Un po' come un pugile che prende colpi violenti e non può reagire perché l'arbitro lo tiene fermo all'angolo. Informiamo che SdL intercategoriale si è già rivolta agli enti competenti per impugnare tempestivamente questo atto sia dal punto di vista amministrativo sia per eventuali responsabilità penali.

Aspettiamo quindi la giornata di domani per verificare gli sviluppi della situazione.

24 giugno 2009

SdL Intercategoriale T.A.

 
< Prec.   Pros. >

page counter