Home
Sevel, annunciata nuova cassa integrazione: dal 22 al 28 giugno e dal 6 al 12 luglio prossimi PDF Stampa E-mail
venerd́ 05 giugno 2009

Atessa (Chieti) -

Si allunga il fermo per i lavoratori Sevel di Atessa. La direzione dell’azienda del Ducato in una riunione con le rappresentanze sindacali unitarie ha infatti comunicato un ulteriore periodo di cassa integrazione, dal 6 al 12 luglio prossimi. I dipendenti dello stabilimento abruzzese, quindi, torneranno al lavoro il 15 giugno per una sola settimana poi di nuovo in cassa integrazione dal 22 al 28 giugno per restare di nuovo a casa agli inizi di luglio. Nel mese di giugno i dipendenti Sevel lavoreranno in pratica solo 7 giorni ed ovviamente salteranno come nei mesi di aprile e maggio i ratei inerenti ferie/permessi e le quote di 13esima mensilità. Insorge il coordinamento di Chieti del Sindacato dei lavoratori che dice: “La grave crisi che si protrae dalla fine dello scorso anno, continua ad essere scaricata esclusivamente sui lavoratori, costretti a vivere con 700/800 euro al mese. La Sevel tra l’altro - denuncia il sindacato - rifiuta ogni confronto con le parti sociali”. “La proposta di rispettare l’accordo di solidarietà tra gli stabilimenti del gruppo Fiat, come è accaduto in passato per i trasfertisti arrivati in Abruzzo da Cassino, Melfi, Pomigliano, Termini Imerese e Mirafiori non è stata neppure presa in considerazione, tranne per 100 distacchi avvenuti il 20 maggio scorso, eseguiti con criteri localistici, verso lo stabilimento Powertrain di Termoli. La fabbrica di veicoli commerciali, fiore all’occhiello del settore e vanto della regione, con 260.000 furgoni prodotti nel 2008,- conclude l’Sdl - rischia di diventare un lontano ricordo”.  

tuttiassunti.it - quotidiano on line su economia e lavoro in abbruzzo e Molise

 
< Prec.   Pros. >
page counter