Home arrow Redazionali arrow I lavoratori del gruppo Tirrenia costruiscono la mobilitazione
I lavoratori del gruppo Tirrenia costruiscono la mobilitazione PDF Stampa E-mail
mercoledì 06 maggio 2009

 Oltre tremila lavoratori del gruppo Tirrenia (SIREMAR – CAREMAR – TORENAR- SAREMAR) con la partecipazione di marittimi ed amministrativi, in Sicilia, Sardegna, Campania, Toscana e Lazio stanno manifestando in queste ore contro gli ingiustificati e indiscriminati tagli di servizi che porterà ad un’inevitabile svendita e a una privatizzazione selvaggia del gruppo.

Sono interrotti, dalle 9,30 di stamani, i collegamenti con l'Elba dei traghetti Toremar per un'assemblea dei lavoratori, preoccupati per le notizie di tagli che il Governo si appresterebbe a compiere sui servizi della Tirrenia, di cui Toremar è una società controllata.

I lavoratori hanno organizzato un picchetto di protesta su un traghetto della Moby Lines ritardandone la partenza di un quarto d'ora. Prima di riunirsi in assemblea a Piombino i lavoratori della Toremar hanno reso possibile la corsa dall'Elba in arrivo a Piombino alle 9,30 circa Un’assemblea unitaria, svoltasi ieri nella sede napoletana della compagnia di navigazione al rione Sirignano,, ha sancito lo stato di agitazione dei dipendenti della società; da tutti i porti ritardi e disagi nelle partenze delle navi; già ieri lo stato di agitazione dei lavoratori della compagnia di navigazione ha causato i primi disagi ai passeggeri in partenza dal porto di Napoli, costretti a lunghe attese sulle banchine, con tre navi interessate dal blocco di due ore deciso nell’ambito della protesta Tirrenia. All’ancora sono rimaste la Raffaele Rubattino ormeggiata al molo 16 per Palermo, la Laurana, ormeggiata al molo 6, per le isole Eolie, e la Toscana, al molo 15/bis, destinazione Cagliari. Nelle loro parole il timore che l’avviato processo di privatizzazione della società possa generare un nuovo caso Alitalia. In un comunicato diffuso al termine dell’assemblea, i dipendenti della Tirrenia minacciano «azioni di lotta dure»

 
< Prec.   Pros. >

page counter