Home arrow Legislazione sicurezza arrow SABATO 18 APRILE MANIFESTAZIONE NAZIONALE A TARANTO PER LA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO
SABATO 18 APRILE MANIFESTAZIONE NAZIONALE A TARANTO PER LA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO PDF Stampa E-mail
martedì 14 aprile 2009

Image SdL intercategoriale aderisce alla manifestazione sulla sicurezza del 18 aprile a TARANTO - CONTRO LA SALUTE NEGATA E LA PRECARIETA' - A Taranto perchè l'lILVA è la fabbrica con più morti sul lavoro d'Italia, perchè è la città simbolo con più infortuni, malattie professionali tumori, inquinamento e devastazione dell'ambiente. Riva è il padrone con più profitti d’Italia. Il padrone più processato in Italia per omicidi bianchi, inquinamento, truffa ed estorsione, mobbing e per il lager della "palazzina LAF" (operai stipati otto ore al giorno in una palazzina fatiscente, senza lavorare, per spingerli a lasciare ogni tipo di attività sindacale o accettare il declassamento del proprio livello raggiunto dopo anni di duro lavoro).

Una manifestazione ancora una volta da costruire città per città, posto di lavoro per posto di lavoro, con la chiamata a raccolta dei lavoratori, degli RSU e degli RLS, dei sindacati di base e di classe, della FIOM e del resto della CGIL, delle organizzazioni sindacali nazionali e locali, delle associazioni familiari, ispettori, tecnici della prevenzione, medici, giuristi, intellettuali e artisti; con delegazioni di lavoratori metalmeccanici, chimici, edili, dei porti, delle ferrovie, degli appalti. Le rappresentanze delle vertenze simbolo come la Thyssen, Portomarghera, Fincantieri, la ex-GoodYear, ecc...Con la costruzione unitaria della partecipazione operaia, popolare, associativa di Taranto e di tutta la Puglia. · Per uno sciopero generale sulla sicurezza sul lavoro. · Per il rafforzamento e l’elezione diretta degli RLS in ogni luogo di lavoro indipendentemente dalla sua dimensione. · Per l’estensione di tutti i diritti e le tutele minime ai lavoratori precari e a tutta la catena degli appalti e delle esternalizzazioni. · Contro la distruzione e per il rafforzamento del Testo Unico sulla Sicurezza. · Contro l’attacco alla contrattazione nazionale ed al diritto di sciopero.

 

leggi ulteriore materiale informativo

 
< Prec.   Pros. >

page counter