Home arrow Comunicati Stampa arrow ...uno Sciopero “...IN GRADO DI ALTERARE PROFONDAMENTE L'OPERATIVITA' DEL VETTORE ALITALIA...”.
...uno Sciopero “...IN GRADO DI ALTERARE PROFONDAMENTE L'OPERATIVITA' DEL VETTORE ALITALIA...”. PDF Stampa E-mail
mercoledì 01 aprile 2009

Comunicato Stampa

Il Ministro dei Trasporti invita a differire lo

sciopero legittimo dell'8 aprile in Alitalia

dichiarazione di Fabrizio Tomaselli

coordinatore nazionale SdL intercategoriale

Tempestivo come ormai è consuetudine, arriva l'invito del Ministro Matteoli a differire uno sciopero legittimo indetto in Alitalia da SdL intercategoriale, Anpac e UP, cioè quelle sigle sindacali che non hanno accettato il ricatto di azienda e governo che ha prodotto 10.000 esuberi, la cancellazione dei contratti di lavoro e lo stesso diritto democratico alla rappresentanza.

Vietare uno sciopero perché, si legge dalla nota ministeriale “...IN GRADO DI ALTERARE PROFONDAMENTE L'OPERATIVITA' DEL VETTORE ALITALIA...”. equivale a dire che lo sciopero, se fa male ad un'azienda, deve essere vietato.

Questo assurdo giuridico deve finire e il Ministro deve svolgere il suo ruolo e non quello di difensore dell'azienda.

Se lo sciopero fosse illegittimo sarebbe stato sanzionato dalla Commissione di Garanzia, cosa questa che non è accaduta, come altrettanto legittimo è stato lo sciopero di SdL intercategoriale del 4 marzo scorso, vietato dal Ministro senza alcuna motivazione giuridicamente valida.

A questo punto si sta sfiorando il regime, la cancellazione del diritto di sciopero a colpi di ordinanze.

SdL intercategoriale non intende quindi aderire all'invito di spostare lo sciopero ad altra data e sta preparando con i propri legali un ricorso al Tar contro le decisioni del Governo, valutando altresì la possibilità di una denuncia per eccesso di potere nei confronti del Ministro.

Roma, 1 Aprile 2009

 
< Prec.   Pros. >

page counter