Home arrow rassegna stampa arrow Alitalia: accordo sindacati-azienda
Alitalia: accordo sindacati-azienda PDF Stampa E-mail
domenica 22 febbraio 2009

 Da Inviatospeciale.com

Scritto il 21 febbraio 2009

Siglato un nuovo accordo tra sindacati e Alitalia-Cai. A prima vista sembra un forte e nuovo cedimento dei rappresentanti dei lavoratori di fronte alle esigenze dell’azienda. La nuova intesa prevede l’intenzione della società di assumere a tempo indeterminato altri 78 piloti e 190 assistenti di volo. Meno chiari sono i tempi: i piloti dovrebbe entrare in organico entro i prossimi 12 mesi, mentre per gli assistenti di volo le procedure dovrebbero partire dal prossimo aprile. Nel verbale si legge: “Secondo una tempistica compatibile con le esigenze produttive e coerente con la capacità addestrativa dell’azienda”. I piloti in cassa integrazione e dei settori in chiusura “transiteranno secondo il criterio dell’anzianità, così come previsto dagli accordi pregressi, verso aeromobili B777, B737 ed A320 dal quale, successivamente, verrà alimentato il settore A330″. Da marzo, inoltre, i Boeing 767 sulla rotta Roma-Caracas voleranno nuovamente con equipaggio rinforzato composto da un comandante e due piloti. Gli assistenti di volo potranno far richiesta, su base volontaria, di accedere al part-time. L’intesa prevede che “la riduzione collettiva dell’orario di lavoro sarà realizzata su base volontaria fino a concorrenza di un volume massimo pari a 1.200 mesi annuali di riduzione dell’orario fruibili su base mensile/settimanale con conseguente riproporzionamento dei trattamenti”. Per quanto riguarda l’adesione volontaria si procederà alla raccolta delle richieste avanzate dal 1 al 31 marzo. Per quanto riguarda i trasferimenti di base è prevista la creazione di una lista nella quale i lavoratori inseriranno la loro richiesta di trasferimento e qesta verrà valutata dall’azienda. Per i lavoratori a tempo determinato sia di Alitalia che di Air One è stato stabilito che formeranno un bacino da quale attingere le future necessità dell’azienda per assunzioni a tempo indeterminato. Sul tema dell’abolito servizio navetta verrà avviata una verifica con gli enti locali per stabilire se sarà possibile ripristinare il servizio. Nonostante dall’interno dell’azienda siano numerosi i segnali di malessere del personale, il segretario nazionale della Uilt, Marco Veneziani ha commentato l’intesa: ”Questo accordo è motivo di grande soddisfazione: le nostre richieste sono state accolte e 78 piloti e 190 assistenti di volo attualmente in Cigs potranno rientrare immediatamente in compagnia. L’intesa è stata possibile grazie anche alle nuove relazioni industriali che in un clima collaborativo hanno dimostrato disponibilità ad un confronto costruttivo, in grado di favorire il migliore impiego delle risorse umane”. Il sindacato Sdl, che non ha sottoscritto alcun accordo con Alitalia-Cai ha duramente contestato l’intesa. In un comunicato delorganizzazione si legge: “Nella giornata del 19 febbraio Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporti hanno sottoscritto un accordo con l’azienda in aperto contrasto con quanto precedentemente concordato a Palazzo Chigi. In quell’occasione il famoso “Lodo Letta” prevedeva che “… i criteri di selezione sotto indicati dovranno valere ed essere applicati da parte di Cai anche nel caso di successive assunzioni di personale proveniente dalla CIGS e dalla mobilità”. In pratica quei criteri, seppur parziali e da noi considerati sbagliati ed insufficienti, dovevano essere considerati anche per tutte le successive assunzioni. Al contrario, ieri è stato sottoscritto un accordo che, all’interno di assunzioni necessarie per arrivare ai numeri già concordati negli accordi di settembre, permette all’azienda di operare tali assunzioni con assoluta discrezionalità “… le risorse verranno individuate dalla società sulla base delle proprie esigenze organizzative, produttive e professionali, anche in considerazione dell’anzianità maturata presso le aziende del Gruppo Alitalia …”. Con questo accordo praticamente si accetta che l’azienda faccia assunzioni senza rispettare i criteri stabiliti dal “Lodo Letta” e, in concreto, senza alcun criterio. SdL Intercategoriale ritiene che gli effetti di questo accordo possano essere impugnati anche legalmente”. Intanto il commissario straordinario Augusto Fantozzi, dopo le polemiche per il ritardato pagamento della cassa integrazione ha comunicato stamattina che i tempi effettivi di erogazione sono di otto giorni a partire dall’arrivo degli elenchi all’INPS in formato elettronico. La procedura dovrebbe andare a regime con il mese di febbraio: “I files relativi alla Cigs saranno trasmessi entro la fine del mese successivo per essere accreditati dopo ulteriori 10 giorni”. In pratica, gli ex dipendenti dovrebbero avere gli importi di febbraio intorno al 10 aprile. Sinora è stato completato il pagamento di ottobre 2008 per tutto il personale e il novembre 2008 per il solo personale di terra (con previsione del 25 febbraio per quello di volo). Gli accrediti di dicembre sono previsti dal 23 febbraio per il personale di terra e dal 28 febbraio per il personale di volo, mentre i file di gennaio 2009 saranno trasmessi entro il 23 febbraio e gli accrediti saranno effettuati dal 5 marzo. Per quanto riguarda il Fondo Speciale Trasporto Aereo (quello per l’integrazione fino all’80 per cento, particolarmente importante per il personale navigante) Fantozzi ha sostenuto che l’ufficio del personale Alitalia-CAI ha comunicato che entro il 28 febbraio trasmetterà i file di ottobre, novembre e dicembre 2008, i cui importi saranno disponibili dal 15 marzo. L’operazione seguirà poi la tempistica dela cigs.

 
< Prec.   Pros. >

page counter