Home arrow Redazionali arrow Incontro pubblico organizzato a Roma da SdL intercategoriale
Incontro pubblico organizzato a Roma da SdL intercategoriale PDF Stampa E-mail
martedì 16 dicembre 2008

ImageRifiuti: non mandiamo tutto in fumo

Lunedì 15 Dicembre presso la sala della pace della provincia di Roma, si è svolto un incontro promosso da SdL intercategoriale di Roma, con all’ordine del giorno i processi di privatizzazione di AMA s.p.a.(l’azienda che a Roma si occupa della raccolta dei rifiuti) e contro il piano dei rifiuti della Regione incentrato sull’incenerimento dei rifiuti.

Nonostante le cattive condizioni metereologiche il risultato e la partecipazione all'iniziativa sono stati positivi. sia sotto l’aspetto quantitativo che qualitativo. All’incontro erano presenti oltre ai lavoratori dell’AMA, rappresentanti delle associazioni ambientaliste (WWF, rete rifiuti zero, rete regionale rifiuti), dei comitati anti-discarica e anti-inceneritore, del sindacalismo di base (Confederazione Cobas), di forze politiche (Partito della Rifondazione Comunista, Partito Comunista dei Lavoratori, Sinistra Critica).

L’incontro è stato aperto da un intervento di Paolo Tani responsabile igiene ambientale di SdL intercategoriale di Roma, che ha analizzato i processi in corso in Ama e l’evoluzione della politica dei rifiuti nella città.

Nel corso dell’intervento ha proposto ai presenti la costruzione di un tavolo di confronto ed iniziativa a partire da alcuni punti fermi quali la difesa dell’azienda pubblica e un piano dei rifiuti centrato sulla raccolta differenziata.

E' poi intervenuto Giovanni Iudicone referente per i rifiuti del WWF Lazio che ha svolto un’appassionante relazione sul ciclo dei rifiuti, accompagnata dalla proiezione di un filmato sulle lotte dei netturbini agli inizi degli anni '60. In seguito è intervenuto Claudio Fiorani del Coordinamento No inceneritore di Albano che ha fatto il punto sulla lotta contro l’inceneritore e sulle battaglie in corso in provincia su rifiuti ed energia.

Nel dibattito seguente ci sono stati interventi di lavoratori dell'Ama che hanno esposto come l’azienda non voglia sviluppare la raccolta differenziata, di Vincenzo Miliucci della Confederazione Cobas e di Adriana Spera del Prc che hanno ampliato le tematiche in discussione a tutti i servizi pubblici gestiti dal Comune e in particolare ad energia ed acqua ed hanno dato la disponibilità a costruire un percorso comune.

L’assemblea si è conclusa con l’impegno di rivedersi a breve per dare vita ad un tavolo di confronto dove costruire momenti informativi e di lotta sulla ripubblicizzazione dei servizi essenziali, per una nuova idea di servizio pubblico e di un nuovo piano dei rifiuti.

 
< Prec.   Pros. >

page counter