Home
Centinaia di migliaia di precari messi alla porta PDF Stampa E-mail
luned́ 24 novembre 2008
Image Una valanga di precari stanno per essere messi alla porta da amministrazioni pubbliche e aziende private senza prospettive di trovare un nuovo lavoro e senza alcun sostegno economico. Chi ne ha i requisiti, al massimo dovrà accontentarsi dell’elemosina della disoccupazione per qualche mese. Cgil-Cisl e Uil sono corresponsabili, insieme alle aziende e ai governi che si sono succeduti in questi anni, della proliferazione di quel vero e proprio supermarket delle tipologie di lavoro precario che, contratto dopo contratto, sono state via via recepite.

 

leggi il comunicato

 
< Prec.   Pros. >
page counter