Home arrow rassegna stampa arrow Menemismo addio, stop alla previdenza privata
Menemismo addio, stop alla previdenza privata PDF Stampa E-mail
mercoledì 22 ottobre 2008

da Il Manifesto - 22 ottobre 2008

Dopo quattordici anni, l’Argentina dice stop ai fondi di pensione privati. La presidente Cristina Fernandez de Kirchner ha presentato ieri al parlamento un progetto di legge con il quale viene creato un nuovo sistema previdenziale. Il denaro attualmente accumulato dalle Afjp (questo il nome delle amministrazioni private dei fondi pensionistici) passerà al fondo di garanzia della previdenza sociale amministrato dall’Anses (l’Inps locale).

Si tratta di una cifra pari a 30 miliardi dollari - che passeranno nella sua cassa - appartenenti a 9,5 milioni di dipendenti. Il nuovo sistema mette fine all’esperienza dei fondi privati voluta dall’ex-presidente Carlos Menem, che scelse questa linea liberalizzatrice come fecero sia il Cile che Singapore, unici al mondo ad avere una previdenza totalmente privata.

Gli scarsi risultati economici, ed ora anche i riflessi della crisi finanziaria internazionale (che si fa sentire in Argentina), hanno convinto Cristina Fernandez a fare questo modifica netta, pur conservando un sistema complementare privato per coloro che vogliono aderirvi. La misura ha fatto scattare in Argentina una durissima battaglia politica, tra sostenitori ed oppositori.

Ieri è intervenuto un magistrato della capitale a denunciare una decina di gestori di fondi privati che, alle prime notizie di questo cambiamento, hanno venduto i titoli in loro possesso. Per il momento, le persone che sono state pensionate all’epoca di vigenza del regime privato sono circa 450mila.

 
< Prec.   Pros. >

page counter