Home arrow rassegna stampa arrow Ancora morti e feriti sul lavoro
Ancora morti e feriti sul lavoro PDF Stampa E-mail
giovedì 11 settembre 2008

il Manifesto - 11 settembre 2008

E’ morto dopo un giorno di agonia l’operaio edile Agostino Bardelli, 60 anni, precipitato da un ponteggio l’altroieri mentre stava lavorando alla copertura di una piscina in un agriturismo di Campagnatico nella Maremma grossetana. Bardelli era in pensione e collaborava con una ditta edile di Grosseto.

L’operaio aveva battuto violentemente la testa, ed era stato ricoverato nel reparto di neurochirurgia del policlinico Le Scotte di Siena.

MORTI BIANCHE /2 PIACENZA, UCCISO DA UNA LASTRA

Un altro operaio è morto ieri, schiacciato da una lastra di metallo di dieci quintali che si è staccata dal braccio della gru che stava manovrando. L'infortunio è avvenuto nella ditta «Galezzi Trasporti speciali» di Roveleto di Cadeo, nel piacentino. La vittima si chiamava Sergio Vigevani, aveva 62 anni e abitava a Fiorenzuola d'Arda (Piacenza).

MORTI BIANCHE /3 TRE OPERAI FERITI MENTRE LAVORAVANO

Oltre ai due morti di cui abbiamo parlato sopra, sono tre i feriti ieri sul lavoro. Un operaio bergamasco di 37 anni è rimasto ferito nella ditta tessile Martinelli di Casnigo (Bergamo): è rimasto bloccato con un braccio tra due rulli di un macchinario che spalma la colla sulle pezze di stoffa. Un altro giovane è rimasto gravemente ferito alle gambe in un cantiere edile di Acilia (Roma). Infine, un operaio di 19 anni è rimasto gravemente ferito cadendo per 18 metri nella tromba dell'ascensore di un palazzo a Montesilvano (Pescara): indossava un'imbracatura, ha riportato fratture e ferite alle gambe

 
< Prec.   Pros. >

page counter