Home arrow Redazionali arrow Continuare la mobilitazione contro il Ministro delle ingiurie e il governo”taglia salari”
Continuare la mobilitazione contro il Ministro delle ingiurie e il governo”taglia salari” PDF Stampa E-mail
martedì 09 settembre 2008
ImageCONQUISTIAMOCI I CONTRATTI. Il ministro, esperto in fannulloneria, grande assenteista al Parlamento europeo(al 611° posto come presenze, cioè tra gli ultimi) continua a spargere bugie e calunnie contro i dipendenti pubblici. La bugia più grossa riguarda gli aumenti che avrebbe messo a disposizione per il rinnovo dei contratti dei lavoratori pubblici.

Mentire e sostenere che gli aumenti previsti saranno del 6% è utile solo per i gonzi che ci credono grazie alla continua campagna di calunnia contro i lavoratori pubblici amplificata dai vari giornali e media (il Sole 24 ore è stato subito efficiente). In realtà i soldi stanziati dal governo per le retribuzioni tabellari sono dell’1,7% per il 2008 e dell’1,5 nel 2009 (ovvero l’inflazione programmata dal governo);praticamente il governo offre al mese 8€ per il 2008 e 65€ medi per il 2009 . Quindi in totale i soldi a disposizione prevedono un aumento del 3,2% nel biennio 2008/2009. Se pensiamo che solo nel 2008 l’Inflazione reale è ormai al 4% ci si rende conto di quanto si svaluterà il nostro stipendio.

Ma il nostro ineffabile ministro somma anche gli arretrati del contratto precedente (2006/2007) e come per magia parla di un incremento del 6%, e in cambio vuole anche allungare di un anno, portandola a 3, la durata del contratto. Bugiardo e bugiardi, … come la sua affermazione che gli stipendi dei dipendenti pubblici sarebbero stati negli ultimi anni più alti dell’inflazione reale.

Tutti gli AUMENTI contrattuali degli ultimi anni sia dei lavoratori PUBBLICI che PRIVATI sono stati ben al di sotto dell’inflazione reale. Hanno vinto le elezioni promettendo che bisognava aumentare gli stipendi e le pensioni e ORA (come anche il governo precedente) continuano una politica di attacco ai salari e alle pensioni.

Si deve reintrodurre un meccanismo automatico di difesa dei salari (Scala Mobile), altro che sedersi al tavolo di trattativa con governo e Confindustria, come stanno facendo in questi giorni Cgil-Cisl-Uil, per allungare a 3 anni la durata dei contratti nazionali.

Spetta ai lavoratori sia pubblici che privati cominciare a rispondere a questa situazione di grave attacco al mondo del lavoro. Organizzare una contro-campagna alle calunnie del ministro, organizzare le assemblee dei dipendenti preparare le mobilitazioni e gli scioperi per conquistare DIRITTI, salario e reddito.

Sulla vergognosa legge che introduce la carcerazione domiciliare per gli ammalati e il taglio il salario per i primi 10 giorni di malattia SdL intercategoriale sta sostenendo il ricorso al TAR del Lazio di alcuni lavoratori.

Il 17 ottobre sciopero generale nazionale con manifestazione nazionale a Roma

Non puoi mancare per far sentire al Ministro cosa pensi di lui , per dire che lo stipendio non può essere una lotteria,che invece di premi a pochi vogliamo veri aumenti salariali

per prenotare il posto per Roma rivolgiti ai delegati RSU di SdL intercategoriale o alle sedi provinciali

scarica il volantino in pdf 

 
< Prec.   Pros. >

page counter