Home arrow rassegna stampa arrow Bonanni e i senatori....
Bonanni e i senatori.... PDF Stampa E-mail
lunedì 30 giugno 2008

Le intercettazioni depositate nell'inchiesta napoletana per corruzione

Da Il Corriere.it del 26 giugno 2008

Le fanciulle mie le avete convocate tutte? Telefonata tra Berlusconi e il produttore Guido De Angelis: «Vogliono fare le dive? Come Marilyn Monroe?»

Telefonata del 4.11 07 ore 17.11 da Silvio Berlusconi a Guido De Angelis (D.: De Angelis; S.: segretario presidente; B.: Berlusconi).

D. \ Pronto?

S. \ Sì, buonasera, Villa San Martino ad Arcore, è il dottor Guido De Angelis?

D. \ O meglio sono io.

S. \ Le passo il dottor Berlusconi; buonasera.

D. \ Grazie mille, buonasera. (Dopo qualche secondo di attesa:)

B. \ Pronto?

D. \ Ciao.

D. \ Bene, tu stai bene?

B. \ Tutto bene, sì, sì... lavoro troppo, ma insomma.

D. \ Eh, lo vedo, lo vedo...

B. \ Uhm, uhm.

D. \ Sento, mamma mia, come...

B. \ Allora...

D. \ Dimmi... allora, ci vediamo?

B. \ E, dunque, guarda, io, e... e... e ho, questa settimana qua avevo, ho sparato con mio figlio, non siamo riusciti a combinare i nostri, e... e... e...

D. \ Sì.

B. \ Il nostro stare insieme, perché quando io sono a Milano lui è a Madrid, quando io sono a Roma lui è a Milano, quindi ci siamo dati appuntamento, con le agende reciproche, martedì per fissare di fare quest'incontro.

D. \ Martedì, questo?

B. \ Questo mar... sì, sì, ci troviamo io e lui martedì mattina, prima che io parta per, per una cosa del genere, e, e siccome lui dorme qui ed io dormo qui, martedì ci troviamo per colazione alle nove e vediamo di fissare un appuntamento; tu preferisci a Roma o a Milano?

D. \ Ma dove vole... no, a Milano, io non voglio... voglio arrecare meno fastidio possibile, per cui per voi...

B. \ Va bene.

D. \ A Milano, anzi io, io adesso stavo andando a Milano ma torno indietro adesso, non c'è problema... 6. \ Sì, sì.

D. \ Giro la macchina e torno, hai capito?

B. \ Perché stavi venendo a Milano per che cosa?

D. \ E per, e... e per... se l'incontro era lunedì era meglio che stavo a Milano fin da stasera, hai capito?

B. \ Ah, ho capito, ho capito.

D. \ Ma...

B. \ Ma io purtroppo parto stasera per Roma, perché mi hanno chiesto di parlare domani mattina alla Cisl e siccome e... e... e, questo Bonanni della Cisl controlla tre senatori...

D. \ Eh, lo so, infatti.

B. \ E sono costretto ad andare indietro a questa cosa.

 D. \ Immagino; quindi, quando pensi che sarà, grosso modo?

B. \ Ma guarda, in settimana, ma verso giovedì, venerdì, insomma.

D. \ Verso giovedì... ma dove, a Milano o a Roma?

B. \ Ecco, adesso te lo so dire solo martedì mattina.

D. \ Va bene, allora ci sentiamo...

B. \ Perché lui era via e non aveva l'agenda dietro.

D. \ Va bene, allora...

B. \ Senti, per le fanciulle mie, ti ringrazio, le avete convocate, credo, tutte, quelle che vi ho dato?

D. \ Eh, quasi tutte meno che una, che non ancora... volevo parlarti un attimino a quattr'occhi per capire bene, perché, e... e... e chiedono e allora volevo, volevo un attimino capire...

B. \ Avere la dimensione dell'impegno.

D. \ Come?

B. \ Avere la dimensione...

D. \ Avere la dimensione dell'impegno e come mi posso regolare...

B. \ Sì. D. \ Perché almeno mi regolo io, però l'importante, io, è avere la dimensione, perché se uno sente loro, e... e... e va bene...

B. \ Vogliono fare le dive?

D. \ Sì, vogliono fare...

B. \ Marilyn Monroe!

D. \ Sì. (ride)

B. \ Sono tutte Marilyn Monroe!

D. \ Matha Hari, tutti questi personaggi, Giovanna D'Arco, non so se te ne ho già parlato, Giovanna D'Arco...

B. \ Guido, tu proponi Madre Teresa di Calcutta, vedi che si tirano indietro.

D. \ No. (ride) Veramente c'è stata, mi è stata proposta Madre Teresa di Calcutta, ma io ho detto; sì, con quelle tette, con i tacchi a spillo. (ride)

B. \ (Ride) Va bene, io per caso, invece, ho incrociato a Roma...

D. \ Eh. B. \ Una tua attrice... tu fai "Vivere", no?

D. \ No, no, no, no, no.

B. \ Ah, non lo fai tu "Vivere"?

D. \ No, no, no.

B. \ Chi lo fa?

D. \ "Vivere" lo fanno su alla "Endemol", credo, no.

B. \ Ah, lo fa la "Endemol", ah, la "Endemol", ho capito.

D. \ Eh.

B. \ No, allora ho conosciuto per caso, mi è stata solo presentata "en passant" in un corridoio...

D. \ Eh.

B. \ Una che faceva "Vivere", e credevo che "Vivere" lo facessi tu; tutto qui, no, no.

D. \ Ah, no, no, no.

B. \ Va bene, allora, senti, ti chiamo io martedì mattina e fissiamo l'appuntamento.

D. \ Ed in settimana sarà, vero?

B. \ Va bene, sì.

D. \ Grazie mille.

B. \ Ciao, Guido.

 D. \ Non stancarti troppo.

 B. \ Ciao, grazie.

D. \ Ciao, ciao.

B. \ Ciao, ciao.

 
< Prec.   Pros. >

page counter