Home arrow Redazionali arrow Legge iniziativa popolare:salario minimo e salario sociale
Legge iniziativa popolare:salario minimo e salario sociale PDF Stampa E-mail
venerdì 27 giugno 2008

ImageInizia oggi, 27 giugno 2008, la raccolta di firme organizzato da Sinistra Critica per una legge di iniziativa popolare che intende ripristinare una nuova  "scala mobile", di un "salario minimo di 1.300 euro", di un "salario sociale" e del recupero del "fiscal drag".

SdL intercategoriale ritiene importante sostenere qualsiasi iniziativa che vada nel senso del recupero dei salari dei lavoratori ed invita quindi tutti a firmare presso i banchetti che saranno allestiti a partire dal 27 giugno 2008. Leggi la proposta di legge di iniziativa popolare


Dichiarazione a sostegno dell'iniziativa

Nella passata legislatura fu presentata al Senato una Legge di iniziativa popolare per il ripristino della scala mobile dei salari, mai portata alla discussione parlamentare, di cui chiediamo nuovamente la calendarizzazione.

Oggi le iniziative a sostegno del recupero del potere d'acquisto di salari, stipendi e pensioni rappresentano una priorità per chiunque voglia schierarsi dalla parte dei lavoratori e delle lavoratrici. Se la mobilitazione sindacale diretta resta con ogni evidenza insostituibile su questo terreno, giudichiamo positivamente la proposta di Legge di iniziativa popolare sul salario avanzata da Sinistra Critica , auspicando che la mobilitazione politica in difesa del potere d'acquisto si diffonda in tutto il paese.

Giorgio Cremaschi, coordinatore nazionale Rete 28 aprile in Cgil

Paolo Leonardi, coordinatore nazionale CUB

Fabrizio Tomaselli, coordinatore nazionale SdL Intercategoriale

 

 
< Prec.   Pros. >

page counter