Home arrow rassegna stampa arrow Lavoro mortale
Lavoro mortale PDF Stampa E-mail
venerd́ 30 maggio 2008

Da "Il Manifesto" del 30 Maggio 2008

5 vittime in tutt'Italia - Tre operai sono gravemente feriti

Ancora morti sul lavoro: cinque vite spezzate solamente nella giornata di ieri. Tre i feriti gravi. Nelle Marche, un muratore palermitano di 54 anni, Santino Guida, è deceduto precipitando da un'impalcatura alta sei metri, in un cantiere edile a San Marcello (Ancona). Nel cantiere lavorava anche uno dei suoi quattro figli, fra i primi soccorritori del padre. La dinamica dell'incidente è ancora da chiarire, ma si ipotizza un malore o una perdita d’equilibrio. La procura della Repubblica di Ancona ha quindi disposto il sequestro del cantiere e ordinato l’autopsia. Saranno invece gli accertamenti dell'Ispettorato del lavoro a stabilire se il cantiere fosse in regola con le norme di sicurezza, e se ilmuratore indossasse casco e imbragatura. A Bergamo, un artigiano è morto in seguito a un grave trauma cranico. L’uomo, 30 anni, che lavorava in una ditta di Bonate Sotto, stava lavorando nell'azienda «Record», quando un cancello elettrico scorrevole è uscito dai binari e l’ha travolto. Lamorte è sopraggiunta in ospedale. In seguito al ribaltamento del proprio trattore, è morto un agricoltore cinquantaquattrenne di Ivano Fracena (Trento). Dopo l'infortunio in un terreno di sua proprietà alle porte del paese, è stato soccorso e trasportato ospedale, maè deceduto nella notte. Sempre in provincia di Trento, ad Arco, un edile è rimasto ferito in cantiere, in seguito a una caduta da due metri di altezza. Salvatore De Moro, 73 anni, calabrese, è morto a Sanremo (Imperia), stritolato dalla motozappa con la quale stava lavorando all'interno di una serra. Per liberare il corpo di Salvatore dalle lame della macchina, con la quale stava fresando il terreno, sono dovuti intervenire i vigili del fuoco. Un altro operaio è morto a Vicenza, schiacciato dal braccio di una gru. Dario Ubertoli, 30 anni, stava scaricando la pesante macchina da un autotreno quando, una volta disarmato, il traliccio lo ha travolto. In provincia di Pordenone è rimasto gravemente ferito un operaio romeno, Gelu Rautu, in seguito a una caduta dal tetto di una ditta a Valvasone. La copertura ha ceduto e l'uomo ha fatto un volo di circa otto metri. Ricoverato, è in prognosi riservata. A Latina è invece esplosa una centralina dell'Enel, ferendo un operaio, che ha riportato gravi ustioni. L'incidente, come ha reso noto la società elettrica, è avvenuto a Borgo Faiti, una località nel comune di Latina, dove una squadra dell'Enel era intervenuta a seguito della segnalazione di un guasto di bassa tensione.

 
< Prec.   Pros. >

page counter