man.jpg
Emergency punto it
dazebao
senza soste

Calendario eventi

« < Dicembre 2019 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
Ad oggi 157378524 Visitatori

il nuovo sito usb       

Home
SEVEL: IN SCIOPERO CONTRO LE MORTI SUL LAVORO PDF Stampa E-mail
giovedì 29 maggio 2008
Image SCIOPERO di 8 ORE il 30 MAGGIO 2008 ASPETTANDO IL MORTO!

Questo purtroppo è quello che ci viene da pensare di fronte ai gravi infortuni sul lavoro che si ripetono con cadenze quotidiane nel nostro stabilimento.

 

Si continuano ad introdurre nuove regole, nuove leggi, nuove sanzioni ma ahimè invano; i vari responsabili, impuniti, rimangono sempre ai loro posti, e chi ne paga le conseguenze più o meno gravi e sempre il povero operaio.

Quello che è accaduto nella UTE 5, due gravi infortuni identici in meno di una settimana, senza considerare gli stessi casi non denunciati senza vittime (decine di PLS cadute!), è emblematico di come questa azienda sia sorda a qualsiasi miglioramento sulla sicurezza che abbia dei costi sulla produzione;anzi basti pensare che la stessa ha sanzionato con vari giorni di sospensione un operaio che quasi un anno fa aveva riscontrato e segnalato il problema ritenendo pericoloso lavorare in tale postazione.

Non sono casi isolati; nei pressi della ute 8 in una settimana due carrellisti sono andati ad urtare contro dei pilastri infortunandosi, alla ute 1 un ragazzo è stato investito da un carrellista ed è stato punito con una lettera di richiamo al rientro dall’infortunio.

E’ veramente scandaloso che questi dirigenti per ovviare alle numerose lacune in tema di sicurezza scarichino le responsabilità e le loro mancanze sui lavoratori. Dopo un incidente è di prassi uno sciopericchio (non sempre!!!) tanto per calmare un po’ gli animi, una discussione tra RLS, un incontro con la sicurezza, ma dopo alcuni giorni tutto torna alla normalità, se normalità la possiamo chiamare, con lo stesso pericolo e rischio per il lavoratore.

Eppure il servizio di prevenzione dovrebbe immediatamente far smettere di lavorare, e ricominciare solo dopo aver provveduto al ripristino delle norme di sicurezza.

Ciò non accade mai. Mai si è fermata la produzione dopo un infortunio! Le valutazioni di rischio sulle postazioni “risultano” sempre nei valori accettabili e le ispezioni da parte degli organi di controllo preposti si rivelano spesso un buco nell’acqua; vuoi per i ritardi con cui avvengono, vuoi per la complicità dei sindacati confederali nel non denunciare direttamente alla ASL i fatti ,si preferisce discuterne prima con l’azienda, vuoi per le denunce non fatte da lavoratori ricattabili e lecchini, vuoi per il “potere” che la nostra azienda possiede nei confronti di enti esterni, vuoi per il costo che la sicurezza comporta.

Non riusciamo a definire quali tra questi siano i maggiori motivi della scarsa attenzione sulla sicurezza che regnano sovrani, sicuramente uno dei motivi trainanti è la cattiva organizzazione del lavoro con l’aumento forsennato dei ritmi e carichi di lavoro,ma di una cosa siamo purtroppo ormai certi: il morto è vicino.

Per questo motivo non volendo essere complici di tale omicidio premeditato, perché proprio di ciò si tratta, ma volendo cercare di scongiurare questa disgrazia annunciata, abbiamo deciso di inviare una copia di tale comunicato agli enti preposti per la sicurezza del lavoro e di attuare uno sciopero a cui invitiamo tutti a partecipare dato che la roulette russa sta ancora girando, ma potrebbe fermarsi su ognuno di noi.

SCIOPERO di 8 ORE il 30 MAGGIO 2008 per tutti i turni e per tutto il sito Sevel

SdL intercategoriale - Slai Cobas

 
< Prec.   Pros. >
pace

 

 

 

 

 

 

 

 

COMUNICATI STAMPA

NASCE L’ UNIONE SINDACALE DI BASE Teatro Capranica, Piazza Capranica 101  Ore 9.30 “CONNETTI LE TUE LOTTE”, ...
 
SdL intercategoriale annuncia azioni legali contro il Ministro Matteoli Il Ministro Matteoli, pur diffidato formalmente da SdL, prosegue la sua lotta contro diritto di sci...
 
La banalità delle ordinanze ministeriali contro gli scioperi 3 MAGGIO 2010 - PER L'ENNESIMA VOLTA VIETATO DAL MINISTRO MATTEOLI LO SCIOPERO DEL TRASPORTO AE...
 
archivio comunicati stampa

APPROFONDIMENTI

"collegato lavoro" approvato il 3 Marzo 2010: testo e altro materiale - aggiornato 14 april 2010 A seguire il testo del "Collegato Lavoro" e altro materiale sull'argomento che sar&ag...
 
La questione sindacale ed i rapporti tra politica e sindacato Da uno spazio aperto on line organizzato in questi giorni dal sito dell'”Ernesto”, c...
 
3 Ottobre: Assemblea nazionale a Roma per costruire "il sindacato che serve" Prosegue positivamente il processo di costruzione di un nuovo soggetto sindacale di base che intend...
 
archivio approfondimenti
archivio rassegna stampa

Dai comparti


page counter