Home arrow rassegna stampa arrow SdL intercategoriale: mancato rilancio per CIT
SdL intercategoriale: mancato rilancio per CIT PDF Stampa E-mail
giovedì 15 maggio 2008
TTG ITALIA Online - 15 maggio, 09:44
IL SINDACATO ACCUSA: "NESSUN RILANCIO AZIENDALE PER LA CIT"
A distanza di un mese dall'incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico nel quale Gerardo Soglia avocò a se le relazioni sindacali, l'azienda ha comunicato al sindacato l'ennesimo annullamento della riunione prevista per questa settimana. "Il sindacato - dice la nota SdL - esprime grossa preoccupazione sulla totale assenza di strategia, oltre a grandissime perplessità sulla determinazione dell'acquirente per la riattivazione delle attività del Gruppo". 

Secondo il sindacato dopo sei mesi dall'acquisto della Cit rimangono in sospeso ancora i seguenti temi: investimenti e ristrutturazione villaggi ("nessun investimento importante è stato effettuato tranne la manutenzione ordinaria"); rete agenziale ("nessuna apertura di nuove agenzie e nessun investimento su quelle esistenti); settore Tour Operating ("al momento il settore, per il quale sono state richiamate delle unità dalla Cassa Integrazione, risulta ancora non operativo tranne che per alcune unità del settore prenotazioni operative solo da pochi giorni"). Per quanto riguarda l'assunzione dei dipendenti stagionali l'azienda ha comunicato al sindacato dei numeri indicativi che rappresentano delle stime sul picco massimo stagionale e che sono "numericamente inferiori rispetto alla scorsa stagione estiva". Inoltre la nota sindacale dichiara che "Ad oggi l'azienda non è in grado di presentare un piano di reinserimento dei lavoratori attualmente in Cigs". "A questo punto - dichiara Andrea Cavola segretario Nazionale SdL Intercategoriale - diventa assolutamente necessario incontrare il presidente del Gruppo in quanto alla vigilia della stagione estiva la preoccupazione e la tensione tra i lavoratori sta nuovamente crescendo"
----------------------------
GUIDAVIAGGI.it - 15 maggio, 10:13
SDL, MANCATO RILANCIO PER CIT
Il sindacato sottolinea che dopo sei mesi dall’acquisto rimangono in sospeso ancora dei temi fondamentali.
In una nota SdL fa presente che: "A distanza di un mese dall’incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico nel quale Gerardo Soglia avocò a se le relazioni sindacali e quindi tutti gli argomenti ancora in sospeso che l’SdL sollecita da mesi, l’azienda ci comunica l’ennesimo annullamento della riunione prevista per questa settimana. ntercategoriale.

Il sindacato esprime grossa preoccupazione sulla totale assenza di strategia oltre a grandissime perplessità sulla determinazione dell’acquirente per la riattivazione delle attività del gruppo visto che dopo sei mesi dall’acquisto rimangono in sospeso ancora i seguenti temi fondamentali:
1. investimenti e ristrutturazione villaggi: nessun investimento importante è stato effettuato tranne la manutenzione ordinaria;
2. rete agenziale: nessuna apertura di nuove agenzie e nessun investimento su quelle esistenti.
3. settore tour operating: al momento il settore, per il quale sono state richiamate delle unità dalla Cassa Integrazione, risulta ancora non operativo tranne che per alcune unità del settore prenotazioni operative solo da pochi giorni.
4. assunzioni dei dipendenti stagionali: l’azienda ci ha comunicato dei numeri indicativi che rappresentano delle stime sul picco massimo stagionale e che sono numericamente inferiori rispetto la scorsa stagione estiva;
5. reintegro dei lavoratori dalla Cigs: ad oggi l’azienda non è in grado di presentare un piano di reinserimento dei lavoratori attualmente in Cigs".
“Questa inattività aziendale non può essere attribuita ai lavoratori che continuano a richiedere, inascoltati, di lavorare senza ricevere vere disposizioni. Ne è attribuibile al sindacato che fin ora si è astenuto dal mettere in essere azioni ostili ma al contrario ha cercato di sollecitare l’azienda per una ripresa significativa delle attività e quindi del reintegro di quei lavoratori ancora sottoposti alla procedura di Cassa Integrazione.
A questo punto diventa assolutamente necessario incontrare il presidente del gruppo in quanto alla vigilia della stagione estiva la preoccupazione e la tensione tra i lavoratori sta nuovamente crescendo”, ha dichiarato Andrea Cavola, segretario nazionale SdL i

 
< Prec.   Pros. >

page counter