Home arrow Redazionali arrow PER AIR FRANCE-KLM ALITALIA È UN GRANDE AFFARE
PER AIR FRANCE-KLM ALITALIA È UN GRANDE AFFARE PDF Stampa E-mail
lunedì 31 marzo 2008

ImageLe sei ore del confronto a porte chiuse di oggi tra i vertici delle due compagnie e i sindacati hanno registrato la riconferma delle rispettive posizioni, ma domani (1 aprile alle 12:00) riparte il tavolo negoziale, senza la Uil che oggi, in apertura, si è sottratta al confronto abbandonando la riunione e il proprio ruolo per partecipare al teatrino becero della campagna elettorale.Il presidente del gruppo franco-olandese, Jean Cyril Spinetta, ha riproposto pari pari il documento inviato nella notte di venerdì scorso e Maurizio Prato per Alitalia ha spostato la sua dead line al 2 aprile.

Condizioni queste che dimostrano che manca al momento una reale volontà negoziale da parte di Air France-Klm e di Alitalia.Di ‘trattativa’ non si può parlare, infatti, quando si fissano termini temporali ancor prima di entrare nel vivo delle questioni.SdL Intercategoriale ha posto al presidente Spinetta questioni estremamente critiche circa IL PERIMETRO AZIENDALE (che all'atto dell'acquisizione deve comprendere tutto ciò che oggi è ‘Gruppo Alitalia’, Atitech e Call center compresi), LA FLOTTA (investimenti irrinunciabili per una compagnia aerea di medie dimensioni come Alitalia, in particolare per i grandi aerei che effettuano voli intercontinentali, più redditivi e non soggetti a concorrenza low cost) e GLI ESUBERI ANNUNCIATI (il famoso “non lasciare nessuno per strada” di Spinetta è basato sul ricorso ad ammortizzatori sociali e al fondo economico del trasporto aereo, cioè a dire che si chiede allo Stato italiano di pagare le conseguenze sociali di un piano che porterà profitti soprattutto in Francia, inoltre nel numero degli esuberi non sono conteggiati gli attuali tempi determinati: centinaia di giovani -e ormai meno giovani- che lavorano in Alitalia da diversi anni).SdL Intercategoriale ritiene che l'acquisizione di Alitalia, e di conseguenza del controllo del trasporto aereo italiano, per Air France-Klm sia un grande affare e che le richieste sindacali, quindi, non possano e non debbano essere considerate un costo, ma un vero e proprio investimento.SdL Intercategoriale si presenterà nuovamente all’appuntamento di domani per proseguire il confronto, mentre i lavoratori di Atitech - dopo aver oggi presidiato per ore la sede di Alitalia alla Magliana insieme ai colleghi di Fiumicino durante l’incontro - si stanno preparando a nuove iniziative di lotta per domani all'aeroporto Capodichino di Napoli.

 ------------------------

di seguito il comunicato unitario delle organizzazioni sindacali e delle associazioni professionali presenti all’incontro

Roma, 31 marzo 2008 - ore 20:00

 COMUNICATO

II confronto di oggi iniziato in delegazioni ampie è proseguito nella serata in formazione ristretta, per meglio definire le modalità con cui proseguire e dare senso al confronto. Le parti hanno condiviso che è di vitale importanza non lasciare nulla di intentato per il raggiungimento di comuni obiettivi. Il sindacato ha ribadito la propria posizione su punti qualificanti: - integrità del perimetro aziendale e della filiera produttiva; - investimento in flotta per il suo ammodernamento e lo sviluppo delle attività di lungo raggio e il giusto presidio delle infrastrutture aeroportuali italiane; - mantenimento attività cargo.Tutto ciò è condizione essenziale per poter affrontare la tematica delle eventuali ricadute sul fattore lavoro. L'incontro proseguirà domani alle ore 12:00.

FILT-CGIL, FIT-CISL, UGL Trasporti, SDL Intercategoriale - Segreterie Nazionali

ANPAV AVIA - Presidenze

 
< Prec.   Pros. >

page counter