Home arrow rassegna stampa arrow Alitalia: chiacchiere e dubbi in attesa del "Piano"
Alitalia: chiacchiere e dubbi in attesa del "Piano" PDF Stampa E-mail
giovedì 27 marzo 2008
L MANIFESTO - 27 marzo
fr. pi.
Per Alitalia, quella di ieri è stata la giornata delle chiacchiere politiche; la concretezza tornerà stasera, con la presentazione del «documento dettagliato» promesso da Spinetta. Monopolizzate da un Berlusconi ben oltre i limiti dell'aggiottaggio - con la Consob sempre silenziosa - che promette di ora in ora soluzioni sempre diverse ma tutte centrate sulla sua presunta capacità demiurgica.  Un pensiero di quasi solidarietà va ai figli, ieri sera sollevati per decisione paterna dalla necessità di stare dentro «la cordata» di cui si giura che verranno fatti i nomi tra pochi giorni. «Per discrezione», addirittura.
Sul fronte della trattativa reale - quella tra i sindacati e Air France-Klm - ogni organizzazione ha precisato le proprie posizioni. Il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, ha ascritto alla determinazione dei confederali il fatto che i francesi abbiano deciso di modificare il piano industriale proposto, riducendo in qualche misura i tagli occupazionali previsti. Ha mostrato anche una inutile preferenza per la «soluzione Lufthansa», che si è tirata fuori dai giochi già da mesi (e insiste per restarne fuori); giustificata con una altrettanto presunta capacità tedesca di «salvare Malpensa» (cui vengono invece addebitati i due terzi delle perdite della compagnia).
Più realista il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, che però chiede «tre o quattro settimane» come tempo «congruo» per sciogliere tutti i nodi della trattativa. Quanto alle «cordate», ha manifestato che potrebbero manifestarsi, «ma solo dopo il fallimento della compagnia». Sarebbbe perciò il giorno della locusta, non quello del «salvataggio». Il Sindacato dei lavoratori (Sdl) punta seriamente sulla possibilità di ottenere meno tagli, il rientro di tutte le divisioni nel perimetro aziendale e il mantenimento delle linee intercontinentali ad alta redditività. Improvvisa svolta negativa, invece, dal sindacato dei piloti (Anpac) che giudica eccessivi gli «esuberi» relativi alla figura professionale di riferimento (540 in meno).
------------------
ADNKRONOS - 25 marzo, h. 21:55
ALITALIA, GIOVEDI' NUOVA PROPOSTA DI AIR FRANCE
'In tre anni 180 piloti giovani possono passare in Air France-Klm su base volontaria'
Alitalia, Air France: 'Nessuno resterà per strada'. Il numero uno della compagnia franco-olandese, Spinetta: "Tutte le misure sono volte a conseguire l'obiettivo".
Per l'azionista Tesoro la scadenza rimane quella del 31 marzo prossimo. Oggi si riunisce il Cda della compagnia

Roma - Giovedì prossimo il presidente e direttore generale di Air France, Jean Cyril Spinetta, invierà una proposta di accordo quadro per Alitalia. Ad annunciarlo ai sindacati, secondo quanto riferiscono fonti vicine ad Air France, è stato lo stesso Spinetta nel corso dell'incontro con i sindacati presso la sede di Alitalia.

In precedenza, il numero uno del gruppo franco-olandese aveva annunciato la presentazione di questa proposta per le ore 12 di venerdì prossimo. Per dopodomani è previsto un consiglio di amministrazione di Airf France-Klm e, pertanto, l'invio del nuovo documento arriverebbe dopo l'ok del board. Nel corso del suo intervento Spinetta ha inoltre ribadito la cessazione dell'attività cargo di Alitalia nel 2010, così come previsto dal piano industriale di Air France.

Si tratta, sottolineano alcune fonti, di "un documento solido, molto preciso e dettagliato" sulla cui base "aprire i negoziati con i sindacati su ogni singolo aspetto". In particolare, il numero uno della compagnia franco-olandese propone accordi specifici per Alitalia Fly, per le categorie dei piloti, assistenti di volo e lavoratori terra mentre per Alitalia servizi si propongono un accordo per l'handling e per la manutenzione.

"Se nel 2010 la mia ricetta non funzionasse e se Alitalia non raggiungesse la redditività utile a investire, sarebbe un mio fallimento e a me non piace fallire", ha inoltre assicurato Spinetta nel suo intervento all'incontro. E ha aggiunto: "Sarà la stessa Alitalia che da aprile 2010 potrà avviare i suoi primi investimenti". Spinetta si è dunque detto convinto delle possibilità di crescita della compagnia, secondo il piano predisposto da Air France-Klm: "Credo nella crescita di Alitalia, se così non fosse, non rischierei un centesimo".

Il numero uno di Air France-Klm afferma che in tre anni 180 piloti giovani possono passare in Air France-Klm su base volontaria. Come ha spiegato il numero uno della compagnia franco-olandese - a quanto si apprende da fonti sindacali - questo passaggio avverrebbe su base volontaria e ci sarebbe la possibilità di "fare carriera velocemente", a condizione che vi sia l'accordo delle organizzazioni sindacali. Inoltre, nel suo intervento, ha ribadito che il termine del 31 marzo è stato richiesto dal presidente di Alitalia Prato. "Per noi - sono le parole di Spinetta riferite dalle stesse fonti - va bene dare più tempo ai sindacati. Ma la data del 31 marzo era stata fissata per una esigenza di Alitalia". [………...]

Il nuovo incontro tra Alitalia, Air France-Klm e sindacati dovrebbe essere convocato per venerdì prossimo. Mentre si svolgerà domattina la riunione del Cda di Alitalia, chiamato a valutare l'esito del lungo incontro che si è svolto questo pomeriggio.

Ma per l'azionista Tesoro, la scadenza per chiudere la trattativa rimane quella del 31 marzo prossimo. A riferirlo, secondo quanto si apprende da fonti sindacali presenti all'incontro, e' stato il presidente di Alitalia, Maurizio Prato. A questo punto, sta ai sindacati "decidere se ci sono le condizioni per proseguire o meno".

Mentre non si ferma la protesta dei lavoratori di Atitech, che chiedono che si svolga una assemblea immediata in cui i rappresentanti delle organizzazioni sindacali riferiscano sull'esito dell'incontro. Gruppi di lavoratori, a suon di fischietti, hanno contestato alcuni sindacalisti che prima ancora di riferire della riunione hanno rilasciato dichiarazioni alla stampa.
------------------
ANSA - 25 marzo, 18:05
Il numero uno di Air France-Klm ha annunciato ai sindacati la presentazione di un nuovo documento "per venerdì 28 aprile entro le ore 12" come base per aprire una trattativa sui singoli temi al centro del confronto sull'offerta per Alitalia.
Spinetta lo ha detto, secondo quanto riferiscono i sindacati, dopo aver accennato alla disponibilità ad alcune modifiche per venire incontro alle richieste dei sindacati. In particolare il numero uno del gruppo franco-olandese ha parlato della possibilità di comprendere nel perimetro dell'offerta tutte le attività di Az Servizi svolte a Roma-Fiumicino, allargando così il numero di lavoratori e di servizi che passerebbero direttamente nel nuovo gruppo Air France-Klm-Alitalia.
Poco prima, parlando del numero degli esuberi dei piloti, Spinetta aveva offerto la possibilità di un trasferimento alle dirette dipendenze di Air France per 60 piloti l'anno nel triennio 2008-2010. Una soluzione per alleggerire l'impatto sul numero degli esuberi dello stop alle attività cargo previsto dal 2010. La nuova proposta di Air France dovrebbe poi aprire la strada a trattative mirate per raggiungere con i sindacati accordi categoria per categoria. In particolare il numero uno di Air France-Klm ha spiegato che per Az Fly chiede accordi distinti con piloti, assistenti di volo e personale di terra. Per le attività deconsolidate sotto Az Servizi, solo in parte comprese nel perimetro dell'offerta di Air France-Klm, Spinetta prevede accordi separati per i settori dell'handling aeroportuale e della manutenzione.
"Serve - ha sottolineato Spinetta - il consenso dei sindacati". Il presidente di Air France-Klm ha ribadito la disponibilità a portare avanti il confronto anche oltre il termine fissato al 31 marzo. Una scadenza, ha ricordato, chiesta da Alitalia per i tempi stretti imposti dalle difficoltà finanziarie della compagnia. […]
-------------------------
REPUBBLICA.it - 25 marzo
ALITALIA, AL VIA L'INCONTRO SINDACATI AIR FRANCE
E' cominciato poco prima delle 15 l'incontro tra il presidente della compagnia franco-olandese e le nove sigle dell'ex compagnia di bandiera.
[…]
17:54 PRATO: "PER ACCORDO OLTRE 31 MARZO SERVE AIUTO DAL TESORO"
La possibilità di modificare il vincolo del 31 marzo prossimo per trovare un accordo tra Air France-Klm e sindacati "dipende dal Tesoro". Lo avrebbe detto il numero uno di Alitalia, Maurizio Prato, secondo quanto riferiscono fonti sindacali presenti all'incontro con i vertici delle due aviolinee. Prato, hanno spiegato le stessi fonti, ha ricordato "le ben note condizioni critiche della cassa" di Alitalia e che l'eventualità di far slittare il termine del 31 marzo per il raggiungimento di un accordo tra Air France-Klm e i sindacati "deve essere una decisione congiunta con il Tesoro".
[…]
17:08 SPINETTA: "DISPOSTI A REINTERNALIZZARE HANDLING E MANODOPERA"
Tra i punti di merito su cui Af-Klm sarebbe disposta ad aprire rispetto alle richieste sindacali, c'è l'ipotesi di riportare dentro il perimetro del gruppo le attività di handling e manodopera leggera di Fiumicino.
[…]
17:00 SPINETTA: "NUOVO DOCUMENTO PER VENERDÌ"
Spinetta ha annunciato la presentazione di un nuovo documento per l'acquisizione dell'Alitalia per venerdì 28 marzo alle 12.
[…]
14:16 SIT IN DEI LAVORATORI ALITALIA ALLA MAGLIANA
E' in corso un sit in dei lavoratori di Alitalia davanti alla sede della compagnia al quartier generale della Magliana. Sul piazzale antistante i cancelli, si sono riuniti infatti centinaia di dipendenti dell'aviolinea raggiunti in questi minuti da un corteo organizzato dai lavoratori dell'Atitech di Napoli all'insegna dello slogan 'Atitech non si tocca, la difenderemo con la lotta' e scandito sulle note dell'inno di Mameli.
[…]
11:23 SDL, TOMASELLI: "I SINDACATI NON HANNO SCORAGGIATO LUFTHANSA"
I sindacati non sono responsabili dell'allontanamento della Lufthansa dalla trattativa per l'acquisizione dell'Alitalia. A ribadirlo, dopo Angeletti, è il coordinatore nazionale dell'Sdl intercategoriale Fabrizio Tomaselli. Secondo Tomaselli invece è stato proprio "il ripetuto 'tifo' del Ministro Padoa Schioppa per Air France uno dei motivi dell'allontanamento di Lufthansa. "Una delle cose che ci dissero infatti i tedeschi era che nessun accordo si sarebbe potuto fare se non ci fosse stata l'approvazione della politica italiana".
[…]
-------------------------
CARTA.org - 25 marzo
NUOVO INCONTRO TRA SINDACATI, ALITALIA E AIR FRANCE
di Sarah Di Nella
Un migliaio di lavoratori dell’Atitech di Napoli hanno accolto i partecipanti akk’incontro tra Jean Cyril Spinetta, numero uno di Air France-klm, il presidente dell’Alitalia, Maurizio Prato e i sindacati. Con striscioni, bandiere del SDL, di Filt-Cgil, di Cub, e tamburi, i dipendenti della società hanno protestato di fronte alla sede di Alitalia a Roma contro il piano di cessione dell’azienda al grido di «Atitech non si tocca, la difenderemo con la lotta». E non erano gli unici a protestare, alla Magliana c’era anche un sit-in dei lavoratori del call center e del centro elaborazioni dati, minacciati dal piano Air France-Klm che prevede il trasferimento a Parigi delle attività svolte a Roma. […]
-------------------------
RASSEGNA.it - 25 marzo, 13:11
ALITALIA, CONVOCATE ASSEMBLEE LAVORATORI A FIUMICINO
Mobilitazione dei sindacati all'aeroporto di Fiumicino, oggi, in occasione del secondo incontro previsto tra le nove sigle sindacali con il presidente di Air France-Klm, Jean Cyril Spinetta per l'acquisizione di Alitalia. A partire da mezzogiorno, come confermano fonti di Cgil e SDL, sono state convocate, in base alle legge 300, assemblee dei lavoratori di scalo e degli hangar ''per informare sull'evolversi della trattativa, oltre che per invitarli a raggiungere la sede del Centro direzionale della compagnia, alla Magliana, per seguire da vicino l'andamento dell'incontro pomeridiano”. A darne notizia è l'Ansa.
 
< Prec.   Pros. >

page counter