Home arrow Giurisprudenza arrow L’asilo costituzionale è un diritto che si può esercitare anche in mancanza di una legge specifica
L’asilo costituzionale è un diritto che si può esercitare anche in mancanza di una legge specifica PDF Stampa E-mail
mercoledì 15 dicembre 2004
Sentenza n. 4010 del Tribunale di Catania del 15 dicembre 2004
L’asilo costituzionale è un diritto che si può esercitare anche in mancanza di una legge specifica

Dal sito altalex.com
Il terzo comma dell’art. 10 della Costituzione è una norma immediatamente precettiva, che costituisce in capo allo straniero che provenga da un paese nel quale “sia impedito l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana” un diritto perfetto all’asilo. E ciò anche in mancanza di una legge ordinaria che disciplini in dettaglio i modi di esercizio di tale diritto.
Unico presupposto per il riconoscimento del diritto di asilo è la provenienza dell’istante da un paese nel quale “sia impedito l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana”. Il diritto di asilo può, allo stato, essere esercitato liberamente da chi ne è titolare, senza termini di decadenza o di prescrizione dello stesso.
Lo ha stabilito il Tribunale di Catania con la sentenza n. 4010 depositata in cancelleria in data 15 dicembre 2004.
Il giudice ha anche precisato che le domande tendenti a ottenere il riconoscimento del diritto all’asilo e/o del diritto al rifugio rientrano nella giurisdizione del giudice ordinario e sono domande di accertamento e non costitutive, in quanto non riguardano lo “stato delle persone” e, dunque, le relative cause non rientrano fra quelle di cui all’art. 70 c.p.c.

scarica la sentenza

 
< Prec.   Pros. >

page counter