Home arrow Volantini ed iniziative arrow Girotondo impertinente contro il razzismo e per i diritti dell'infanzia
Girotondo impertinente contro il razzismo e per i diritti dell'infanzia PDF Stampa E-mail
sabato 26 gennaio 2008

PER TE I BAMBINI E LE BAMBINE HANNO TUTTI/E GLI STESSI DIRITTI?

Per il Comune di Milano no: i bambini e le bambine non sono tutti uguali, infatti con una
circolare ha vietato agli immigrati senza permesso di soggiorno di iscrivere i propri figli/e nelle scuole di infanzia comunali.
Il Sindaco Moratti (contraddicendo l’ex Ministro Moratti) ha ceduto al ricatto della Lega e invece di farsi garante di percorsi educativi e di inclusione a vantaggio di tutti/e, alimenta con queste scelte forme di intolleranza.


Per noi i diritti dell’infanzia sanciti dalla legislazione nazionale e dalle convenzioni internazionali vengono prima di ogni cosa, ma siamo convinti che il loro rispetto tornerebbe utile anche a chi ha una scarsa sensibilità in tema di diritti.
Frequentare la scuola d’infanzia è importante per la crescita dei bambini e delle bambine, (le maestre e i maestri della scuola elementare lo sanno bene) e lo è doppiamente per chi deve inserirsi in una realtà completamente diversa da quella di provenienza, per chi deve imparare a scrivere, leggere, contare e relazionarsi utilizzando anche una lingua diversa
da quella madre.
Chi invoca maggior sicurezza per la città dovrebbe sapere che l’educazione al rispetto e all’ascolto degli altri inizia a scuola e che l’esclusione danneggia tutti indistintamente
(ricordate le banlieues parigine?).
Il Ministro Fioroni ha detto (giustamente) che se il Comune di Milano non tornerà sui suoi passi le scuole dell’infanzia perderanno la “parità” e non riceveranno più finanziamenti dallo Stato. Per il Sindaco sembrerebbe non essere un problema ma l’occasione tanto attesa per mettere in atto un progetto già nell’aria: le scuole dell’infanzia comunali diventerebbero Private a tutti gli effetti e i genitori si troverebbero costretti a pagare rette “di Mercato” per mandare a scuola i propri figli (quest’anno nei nidi, l’utenza del Privato ha superato per la prima volta l’utenza del Pubblico). Scommettiamo che alle proteste inevitabili dei genitori il Comune scaricherà sul Governo nazionale una responsabilità tutta sua?
Per chiedere che la circolare venga ritirata facciamo un ‘Girotondo impertinente’ intorno al Comune di Milano.
Una Milano migliore comincia dall’attenzione riservata ai suoi bambini, a tutti i suoi bambini.

Giornata di Azione Globale del Forum Sociale Mondiale
Le associazioni e i movimenti anti-liberisti che aderiscono al Forum Sociale Mondiale organizzano una catena umana intorno a Palazzo Marino contro l’ordinanza del Comune che nega l’iscrizione dei figli di stranieri senza permesso di soggiorno alle scuole materne e in difesa della Convenzione Onu sui diritti dei bambini.

Sabato 26 gennaio 2008, ore 15:30
Milano, Piazza della Scala

promuovono:
Ass. Punto Rosso - Forum Mondiale delle Alternative, ReteScuole, Arciragazzi, Arci Milano, Arci Servizio Civile, Manitese, Lavoro Società area programmatica Cgil, Acea - Consumi Etici, Ass. Prima Persone, Forum Ambientalista, Attac Milano, Comitato Italiano Contratto mondiale Acqua, Fonti di Pace, Un’AltraLombardia
aderiscono:
Università delle Donne, Associazione Rossoverde, Leoncavallo Spa, Vivi e progetta un'altra Milano, Casa del Vento, Giovani Comunisti, ChiedoAsilo, SdL Intercategoriale, Comitato Genitori e Consiglio dell'Istituto Comprensivo scuola elementare e media Casa del Sole - Rinaldi, Terre des hommes Italia, Comitato per i Beni Comuni zona 8, Uds, Studenti Sx, Uisp Milano, Fiom Milano, Fondazione Roberto Franceschi, Legambiente Lombardia, Lega Italiana Nuove Famiglie, Sinistra Critica, Flc Cgil Milano, Modus Vivendi, Prc, Pdci, Sinistra Democratica, Verdi, Uniti con Dario Fo per Milano, Atlantide, Rete Migrante Milano

Scarica i volantini 

 
< Prec.

page counter