Home arrow Mobbing arrow IL COMUNE DI MILANO CONDANNATO DAL TRIBUNALE PER MOBBING NEI CONFRONTI DI ANTONIO BARBATO
IL COMUNE DI MILANO CONDANNATO DAL TRIBUNALE PER MOBBING NEI CONFRONTI DI ANTONIO BARBATO PDF Stampa E-mail
mercoledì 26 gennaio 2005

Image« … accertato il comportamento discriminatorio del Comune di Milano nei confronti di Antonio Barbato attraverso il suo demansionamento e la sua emarginazione a partire dall’anno 2000, condanna il Comune a risarcire al ricorrente i danni conseguenti, e quitativamente determinati in euro 25.000, oltre rivalutazione ed interessi … »

 

Con questa sentenza il 21 gennaio 2005 il giudice del lavoro dr. Antonio Ianniello, ha condannato il Comune di Milano, che inoltre viene condannato alle spese di giudizio, a quelle di difesa e di consulenza medica, per un totale di altri 6.000 euro. Il giudice del lavoro ha accolto le tesi dell’avvocato Isacco Sullam difensore di Antonio Barbato per conto del Sindacato di Base-Sincobas.

Questo è l’ultimo atto di una storia che inizia nel 1998 con il licenziamento di Antonio e che è continuata nel tempo per colpire non solo il singolo lavoratore e la sua attività sindacale, ma il Sincobas, da sempre schierato contro gli abusi e le prevaricazioni di una giunta e un’amministrazione arroganti che considerano tutti i lavoratori e i loro rappresentanti dei nemici da combattere.

A sostegno dell’amministrazione sovente intervengono direttamente i responsabili più solerti dei vari settori e servizi che, anche a seguito del peggioramento delle norme contrattuali degli ultimi anni, ed attraverso lo strumento discriminatorio e vessatorio delle schede di valutazione regalateci dai contratti nazionali firmati da Cgil, Cisl, Uil e Csa, impongono l’aumento dell’orario e dei carichi di lavoro, la diminuzione dei salari, l’incremento della flessibilità e del precariato, la privatizzazione dei servizi pubblici.

E’ una sentenza importante, una vittoria di tutti i lavoratori e del Sincobas che può aiutarci a difendere tutti coloro che sono costretti a subire vessazioni analoghe nei luoghi di lavoro e nei vari settori del Comune di Milano.

Il SinCobas mette a disposizione dei lavoratori un “servizio antimobbing” per contrastare queste pratiche di repressione sui luoghi di lavoro.

I SOPRUSI E L’ARROGANZA DEL COMUNE SI VINCONO !

Milano, 25 gennaio 2005

 
< Prec.

page counter