Home arrow Approfondimenti arrow Ragioneria dello Stato:conto annuale 2006 sul pubblico impiego
Ragioneria dello Stato:conto annuale 2006 sul pubblico impiego PDF Stampa E-mail
lunedì 24 dicembre 2007
La Ragioneria Generale dello Stato ha pubblicato i risultati della rilevazione statistica "Conto Annuale della Pubblica Amministrazione" relativi all'anno 2006.
La rilevazione statistica, che raccoglie i dati sulla consistenza e i costi del personale della Pubblica Amministrazione, costituisce fonte ufficiale di informazioni per le decisioni in materia di pubblico impiego assunte nelle sedi istituzionali.
I dati pubblicati sono divisi per aree tematiche e per comparto. Le tavole sono predisposte per qualifica e per tipologia di ente e sono accompagnate da indicatori dei principali fenomeni. In concomitanza con la prima pubblicazione dei dati dell'anno 2006 sono inoltre stati rivisti, per apportare rettifiche ed integrazioni, alcuni dati dei precedenti Conti annuali.

Di seguito una sintesi – in allegato il file integrale

RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO
Sintesi dei dati del triennio 2004-2006
Area tematica 1 - Presentazione dei comparti
Istituzioni coinvolte: 9.863 nel 2004; 9.811 nel 2005; 9.887 nel 2006
19 Comparti di contrattazione: Servizio Sanitario nazionale; Enti pubblici non economici; Enti di ricerca; Regioni ed autonomie locali (CCNL); Regioni a statuto speciale e province autonome; Ministeri; Agenzie fiscali, Presidenza del consiglio dei ministri; Monopoli (Aziende autonome); Vigili del fuoco; Scuola; Istituzioni di alta formazione artistica e musicale (AFAM); Università; Corpi di polizia; Forze armate; Magistratura; Diplomatici; Prefetti; Carriera penitenziaria.
Area tematica 2 – Occupazione e struttura del personale
Consistenza totale del personale a tempo indeterminato: 3.361.574 nel 2004, 3.369.796 nel 2005; 3.391.003 nel 2006.
La variazione degli occupati rilevati nel 2006 (+21.207 unità rispetto all’anno precedente) è fortemente influenzata dalla nuova acquisizione del personale della Scuola delle Province autonome di Trento e Bolzano (+ 16.000 unità) non presente negli anni precedenti. Al netto di tale novità della rilevazione, si rileverebbe un incremento effettivo di circa 5.000 unità (+0,2%) dovuto essenzialmente dalla sostenuta dinamica occupazionale dei comparti della Scuola e della Sicurezza-Difesa.
Nella consistenza del personale a tempo indeterminato è convenzionalmente ricompreso il personale della Scuola con rapporto di lavoro a tempo determinato (annuale e fino al termine delle attività didattiche) così distribuito: 226.327 nel 2004; 216.515 nel 2005; 250.846 nel 2006.
Altro Personale (Volontari e Allievi dei Corpi di Polizia e delle Forze armate): 66.459 nel 2004; 77.025 nel 2005; 68.173 nel 2006.
Presenza femminile e incidenza sul totale a tempo indeterminato: 1.795.183 nel 2004 (53,4%); 1.809.449 nel 2005 (53,7%); 1.842.063 nel 2006 (54,3%).
Distribuzione del personale nei singoli comparti nell’anno 2006: Scuola e AFAM 34,1%; Servizio Sanitario nazionale 20,2%; Regioni ed autonomie locali (CCNL) 15,3%; Regioni a statuto speciale e province autonome 2,1%; Corpi di polizia 9,8%; Ministeri 5,6%; Forze armate 4,1%; Università 3,4%; Enti pubblici non economici (parastato) 1,8%; Agenzie fiscali 1,6%; Monopoli(aziende autonome) e Vigili del fuoco 1%; Enti di ricerca 0,5%; Magistratura 0,3%; Presidenza del Consiglio dei Ministri 0,1%; Prefetti 0,05%; Diplomatici 0,03%; Carriera penitenziaria 0,01%.
a) Giornate di ferie medie: 29,8 nel 2004; 28,7 nel 2005; 29,5 nel 2006.
b) Giornate di assenza medie (retribuite e non retribuite): 23 nel 2004; 23 nel 2005; 22,7 nel 2006.
Area tematica 3 – Lavoro flessibile part-time
Personale in part time e incidenza sul totale: 137.792 nel 2004 (4,3%); 147.708 nel 2005(4,4%); 156.422 nel 2006 (4,6%).
Personale a tempo determinato e con contratto di formazione e lavoro e incidenza sul totale a tempo indeterminato: 113.554 nel 2004 (3,4%); 128.102 nel 2005 (3,8%); 132.737 nel 2006 (3,9%).
Personale estraneo all’amministrazione (senza rapporto di impiego):
- Lavoratori interinali: 7.368 nel 2004; 9.047 nel 2005; 9.844 nel 2006
- Lavoratori addetti a lavori socialmente utili (LSU): 39.021 nel 2004; 34.474 nel 2005; 30.617 nel 2006.
Area tematica 4 – turn over (i tassi sono riferiti al solo personale a tempo indeterminato)
Tassi di cessazione: 2,7% nel 2004; 2,7% nel 2005; 3,5% nel 2006
Tassi di assunzione: 2,6% nel 2004; 3,2% nel 2005; 2,6% nel 2006.
Area tematica 5 – anzianità si servizio ed età anagrafica
Età media del personale a tempo indeterminato (anni): 45,6 nel 2004; 46,1 nel 2005; 46,2 nel 2006
Anzianità media di servizio nel pubblico impiego (anni): 17,4 nel 2004; 17,2 nel 2005; 17,2 nel 2006.
Area tematica 6 – distribuzione regionale
Distribuzione geografica del personale a tempo indeterminato nel 2006: 12,4% LOMBARDIA
3,0% LIGURIA
12,0% LAZIO
2,5% MARCHE
10,1% CAMPANIA
2,5% FRIULI VENEZIA GIULIA
9,0% SICILIA
2,3% ABRUZZO
6,8% PIEMONTE
2,1% TRENTINO ALTO ADIGE
6,8% VENETO
1,5% UMBRIA
6,7% PUGLIA
1,1% BASILICATA
6,7% EMILIA ROMAGNA
0,7% MOLISE
6,3% TOSCANA
0,3% VALLE D'AOSTA
3,9% CALABRIA
0,3% ESTERO
3,2% SARDEGNA
Area tematica 7 – costo del lavoro
Costo del lavoro e variazione percentuale: 144,8 miliardi di euro nel 2004 (+3,9%); 148,9 miliardi nel 2005 (+2,8%); 162,7 miliardi nel 2006 (+9,3%), al netto degli arretrati +4%.(1) vedi nota
Area tematica 8 – retribuzioni medie pro capite
Retribuzione media pro capite (al netto degli arretrati): 31.478 euro nel 2006 il valore medio per il pubblico impiego. Le retribuzioni del personale del comparto Ministeri, Agenzie fiscali e Regioni ed enti locali rappresentano anticipazioni provvisorie di dati ancora in corso di definizione. Le retribuzioni degli anni precedenti formeranno oggetto di successiva pubblicazione.

----------------
Nota (1) Il conto annuale, a differenza del conto della P.A. elaborato dall’ISTAT con il criterio della competenza economica, rileva le spese con il criterio di cassa. Pertanto, nel conto annuale 2006 sono stati registrati gli effetti di tutti i contratti del biennio CCNL 2004-2005 (ivi inclusi quelli sottoscritti definitivamente nel mese di dicembre 2005 e riportati, invece, dall’ISTAT fra i redditi del 2005 secondo il criterio della competenza economica).
Il costo del lavoro sopra riportato comprende, oltre ai redditi da lavoro dipendente in senso stretto, anche gli oneri sostenuti dalle Amministrazioni per l’IRAP nonché ulteriori spese quali quelle per: co.co.co., incarichi di studio, personale interinale, arretrati a personale cessato dal servizio, ecc…..(spese non presenti nei Redditi ISTAT)
Infine, il conto annuale non rileva le spese per il personale degli organi costituzionali né quelle per i trattamenti pensionistici provvisori al personale in ausiliaria del Ministero della Difesa, né la “contribuzione aggiuntiva” posta a carico del Bilancio dello Stato, presenti, invece, nell’aggregato Redditi da lavoro dipendente elaborato dall’ISTAT.

In allegato l’analisi dei dati riferiti ai conti annuali 2004-2006

 
< Prec.   Pros. >

page counter